Resta in contatto

Casa Lazio

Lazio, la formazione anti Chievo: il racconto della rifinitura

Lazio, Milan Badelj

Lazio, la rifinitura a Formello alla vigilia della sfida con il Chievo: scopriamo quali dovrebbero essere le scelte di Simone Inzaghi

Conferme e rientri: c’è tutto questo nella Lazio provata da Simone Inzaghi alla vigilia della sfida con il Chievo. Turnover sì, ma ragionato: sembra questa la scelta del tecnico biancoceleste per la gara di domani all’Olimpico (ore 15, diretta su Dazn).

Il Tucu si allena, ma…

Nella rifinitura andata in scena oggi pomeriggio a Formello, la prima notizia riguarda Joaquin Correa: il Tucu ha preso parte all’intera seduta. Più facile però che parta dalla panchina: davanti Inzaghi ha tutta l’intenzione di confermare la coppia Caicedo-Immobile.

Il quadro in difesa

Dicevamo delle conferme: in difesa si va verso quella di Patric. Lo spagnolo è diventato la prima scelta del tecnico nella partite contro squadre – come l’Udinese o il Chievo – che “impongono” alla Lazio di fare la gara e mantenere un atteggiamento più propositivo. Insieme a lui e a Francesco Acerbi, si rivede Stefan Radu: il romeno è l’indiziato numero uno a scendere in campo domani.

Le scelte a centrocampo

A centrocampo Inzaghi l’ha preannunciato: “Ci saranno sicuramente Milan Badelj e Luis Alberto“. Il primo si prenderà la cabina di regia, complice la squalifica di Lucas Leiva; stop disciplinare da cui invece rientra lo spagnolo. Per completare la mediana, Sergej Milinkovic è in vantaggio sia su Marco Parolo che su Danilo Cataldi.

Verso un cambio totale per quanto riguarda le fasce: Romulo dovrebbe lasciare la maglia da titolare ad Adam Marusic, mentre Riza Durmisi farà riposare Senad Lulic (entrambi sono diffidati, insieme a Strakosha e Radu).

Per la rifinitura è stato aggregato il Primavera Nicolò Cesaroni, centrocampista classe 2002 di cui avevamo parlato in questo articolo.

La probabile formazione

(3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic, Badelj, Luis Alberto, Durmisi; Caicedo, Immobile.

 

Leggi anche la conferenza di Simone Inzaghi:

Lazio, Inzaghi: “Muoviamo la classifica! Non giudicate Immobile solo per i gol”

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Casa Lazio