Resta in contatto

Casa Lazio

Lazio, la formazione anti Chievo: il racconto della rifinitura

Lazio, Milan Badelj

Lazio, la rifinitura a Formello alla vigilia della sfida con il Chievo: scopriamo quali dovrebbero essere le scelte di Simone Inzaghi

Conferme e rientri: c’è tutto questo nella Lazio provata da Simone Inzaghi alla vigilia della sfida con il Chievo. Turnover sì, ma ragionato: sembra questa la scelta del tecnico biancoceleste per la gara di domani all’Olimpico (ore 15, diretta su Dazn).

Il Tucu si allena, ma…

Nella rifinitura andata in scena oggi pomeriggio a Formello, la prima notizia riguarda Joaquin Correa: il Tucu ha preso parte all’intera seduta. Più facile però che parta dalla panchina: davanti Inzaghi ha tutta l’intenzione di confermare la coppia Caicedo-Immobile.

Il quadro in difesa

Dicevamo delle conferme: in difesa si va verso quella di Patric. Lo spagnolo è diventato la prima scelta del tecnico nella partite contro squadre – come l’Udinese o il Chievo – che “impongono” alla Lazio di fare la gara e mantenere un atteggiamento più propositivo. Insieme a lui e a Francesco Acerbi, si rivede Stefan Radu: il romeno è l’indiziato numero uno a scendere in campo domani.

Le scelte a centrocampo

A centrocampo Inzaghi l’ha preannunciato: “Ci saranno sicuramente Milan Badelj e Luis Alberto“. Il primo si prenderà la cabina di regia, complice la squalifica di Lucas Leiva; stop disciplinare da cui invece rientra lo spagnolo. Per completare la mediana, Sergej Milinkovic è in vantaggio sia su Marco Parolo che su Danilo Cataldi.

Verso un cambio totale per quanto riguarda le fasce: Romulo dovrebbe lasciare la maglia da titolare ad Adam Marusic, mentre Riza Durmisi farà riposare Senad Lulic (entrambi sono diffidati, insieme a Strakosha e Radu).

Per la rifinitura è stato aggregato il Primavera Nicolò Cesaroni, centrocampista classe 2002 di cui avevamo parlato in questo articolo.

La probabile formazione

(3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic, Badelj, Luis Alberto, Durmisi; Caicedo, Immobile.

 

Leggi anche la conferenza di Simone Inzaghi:

Lazio, Inzaghi: “Muoviamo la classifica! Non giudicate Immobile solo per i gol”

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Questo sta fori de testa .Marusic e Durmisi due seghe assurde e Radu che non sta più in piedi ?.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Che palle sto Marusic! Mille volte meglio Romulo. ??

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Casa Lazio