Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Serie A, Moggi: “Lo scudetto lo vince la Juventus”

Lazio, Luciano Moggi

L’ex dirigente della Juventus Luciano Moggi è intervenuto in radio per dire la sua sulla lotta scudetto. Per lui nessun dubbio: sarà bianconero.

Luciano Moggi ha parlato ieri ai microfoni di Radio Bianconera. L’argomento caldo è la la lotta scudetto, come sempre in casa Juventus. E a riguardo, l’ex dirigente della Vecchia Signora non ha dubbi: il tricolore resterà a Torino.

Secondo lui la sfida tra Lazio – Inter ha confermato che gli uomini di Sarri hanno qualcosa in più delle concorrenti. Le voci che circolano in queste ore, su Guardiola e sul malcontento verso l’allenatore toscano, non minano la solidità dello spogliatoio.

Mi sembra che ci sia qualcuno che cerca di minare lo spogliatoio della Juventus. Adesso è venuta fuori la voce di Guardiola. Sarri è primo in classifica e in corsa per tutti gli obiettivi, cosa si può chiedere di più?

È vero, la squadra non gioca bene. Abbiamo giocato contro una squadra senza cinque titolari e con in campo il terzo portiere, ma la Juventus sa vincere anche quando non brilla. Io dico sempre che la squadra vince grazie alle giocate dei suoi giocatori e Lazio-Inter ha confermato che il campionato lo vince la Juventus perché l’avversario non è la Lazio, è l’Inter. Si vede lontano un miglio che l’Inter è più squadra, la Lazio al momento è più in forma ma può perdere qualsiasi gara. È una squadra discontinua, anche se ha fatto 19 partite senza perdere. Ha un’ottima squadra e degli ottimi singoli, sicuramente ha il miglior centrocampo della Serie A, ma bisognerà vederla nel lungo periodo. Fino a poco fa la Lazio giocava per la qualificazione alla Champions League e non aveva grossi problemi, ora dovrà lottare per lo Scudetto. Il problema della Lazio è che se si fa male Immobile chi lo sostituisce? Idem per Leiva e altri. Il campionato è ancora lungo, mancano tante partite“.

 

Leggi anche:

Serie A, Klopp: “Dopo Lazio-Inter ho capito perché la Juve non è 10 punti avanti”

21 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News