Resta in contatto

News

Serie A, Klopp: “Dopo Lazio-Inter ho capito perché la Juve non è 10 punti avanti”

Manchester United vs Liverpool: un bambino e mister Klopp

È tornato a parlare Jurgen Klopp della lotta scudetto in serie A. Dopo Lazio – Inter, il tecnico del Liverpool ha trovato risposta alla sua domanda.

Dopo le sue dichiarazioni di domenica sulla lotta scudetto, Jurgen Klopp è tornato a parlare nelle ultime ore della serie A. Qualche giorno fa si domandava anche come fosse possibile che la Juventus non avesse almeno 10 punti di vantaggio. Dopo aver visto Lazio – Inter sembra abbia trovato risposta al suo interrogativo.

Queste le sue dichiarazioni riportate da Tuttomercato web.

Mi chiedevo semplicemente  per quale ragione la Juve non fosse in testa con 10 punti di vantaggio in Serie A, cosa che potevo dire. Poi ho visto la Lazio contro l’Inter ed è quella la ragione. Queste due squadre sono la ragione, nient’altro. L’Inter è di nuovo lì a lottare e la Lazio sta facendo una stagione incredibile. Sono queste le ragioni, nessun gioco mentale nei confronti di Sarri, che rispetto tanto“.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News