Resta in contatto

News

Petrucci (Sky Sport): “Con i soldi di Milinkovic si andrà forte sull’attacco”

Il giornalista di Sky Sport

Il giornalista di Sky Sport Matteo Petrucci è interventuo questa mattina a Lazio Style Radio facendo il punto sul mercato della Lazio

Ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 ha parlato questa mattina Matteo Petrucci. Il giornalista di Sky Sport, che più da vicino segue le vicende biancocelesti, ha fatto il punto sui primi movimenti di mercato. Ecco quello che ha raccontato.

“A centrocampo il nodo è Milinkovic. Tutto ruota intorno al suo futuro. Il giocatore non è sul mercato, ha tante offerte. La lazio non ha fatto un prezzo, ma si possono ipotizzare le cifre. Due club, come noto, si sono avvicinati con richieste per il calciatore. Sono Juventus e PSG. Entrambe con offerte tra i 50 e i 70 milioni”.

“La base per la Lazio è di almeno 80 milioni, ma non sono cifre ufficiali. Se arrivano club con offerte vicine a quelle cifre Milinkovic può partire. Altrimenti potrebbe anche rimanere. L’anno scorso c’era una promessa con Inzaghi, quest’anno c’è la consapevolezza che sia possibile una Lazio senza Milinkovic. Ad oggi però non è scontato che parta. Non si può negare che il serbo abbia parecchio mercato, ma nemmeno dare per certo che l’anno prossimo ci sarà una Lazio senza Milinkovic”.

I piani di mercato

“Inzaghi chiaramente vorrebbe la rosa pronta per il ritiro, ma in generale, raramente succede. Il limite ipotizzabile per la cessione di Milinkovic è intorno ad Agosoto, ma con queste cifre è difficile ragionare in stretti termini di tempo. L’anno scorso l’offertona arrivò a ridosso della chiusura ed era difficile trovare una sostituzione all’ultimo minuto. Per me c’è un mesetto di tempo per pianificare il mercato con o senza la cessione. Intanto si valutano gli altri profili che stanno circolando in questi giorni. A parte Adekanye, gli altri non sono ancora presi, ma sono a buon punto”.

“Ad oggi il centrocampo della lazio è difficile da prevedere. Quasi impossibile rivedere Badelj. Credo che cataldi rimarrà: stanno lavorando sul rinnovo. Non penso invece che Murgia tornerà. Sarà un pedina di scambio per arrivare a Lazzari. In che termini si concretizzerà il trasferiento è da vedere. L’inserimento di un diritto di riscatto potrebbe essere un “sacrificio” necessario per la Lazio. Per il resto, mi sorprenderebbe molto non rivedere Berisha. Poi il mercato regala sempre sorprese, ma Berisha lo vorrei vedere sul serio, e come me penso anche Tare e Inzaghi. Lui sa che non aver trovato spazio quest’anno non è stata colpa né sua, né della società o di Inzaghi. Ci sono stati parecchi inconvenienti fisici. Io so che lui vuole rimanere per riscattarsi”.

Gli investimenti “post-Milinkovic”.

Secondo Petrucci i piani della Lazio sono a prescindere dalla cessione del Sergente. Le priorità sono definite: centrocampo e difesa. Con un eventuale extrabudget allora si andrebbe a ritoccare anche l’attacco.

“Ho la sensazione che la partenza di Milinkovic non scombussoli troppo il mercato della Lazio. Evidentemente se entrano 100 milioni, faccio per dire, Lotito e Tare non ne prendono un’altro da 100. Magari puntano a prenderne più d’uno, non solo per sostituire Milinkovic. Per me molti soldi si investiranno in attacco e per questo ora la società sta attendendo. Vuol vedere prima che budget ci sarà per un attaccante. Chiaro che con 20-30 milioni fai un mercato. Con 8-10 ne fai un’altro. Credo che Tare 3-4 nomi li abbia. Il target su cui puntare varierà con l’eventuale tesoretto di Milinkovic. Per questo per ora le operazioni davanti sono in stand by. Intanto si punta sulla difesa e sugli esterni, fondamentali per Inzaghi. Sono queste le priorità”.

“Mandzukic sarebbe un ottimo acquisto, secondo me. Ma come Sky non abbiamo nessuna conferma e le smentite ci supportano. Secondo me non è un’operazione da Lazio. Non perché non possa, ma perché ora i programmi sono diversi. Non si discutono le qualità del calciatore, per ora però non c’è nulla di concreto”.

 

Leggi anche:

Lazio, La Repubblica: “Il destino incrociato di Murgia e Cataldi”

Calciomercato, Il Messaggero in prima pagina: “Lazio su Mandzukic”

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News