Resta in contatto

News

Patric: “Ci manca la nostra tifoseria, ma dobbiamo adattarci”

Ribery-acerbi-patric-fiorentina

Nel post gara di Lazio – Fiorentina Patric è intervenuto ai microfoni di Lazio Style per commentare la prestazione della squadra.

Altra prestazione solida oggi per Patric che nel post gara ha commentato così ai microfoni di Lazio Style la vittoria in rimonta sulla Fiorentina:

È stata una bellissima vittoria, importante. Ma tra tre giorni ne abbiamo già un’altra. Questa comunque è pesante perché ci dà forza per continuare a lottare. Stare lì sopra è difficile. Le altre sono forti e sono organizzati, non è che ci siamo solo noi a giocare bene. Ma conta l’atteggiamento, lo spirito d’unione. Bravi oggi tutti quelli che hanno giocato che ci hanno creduto fino alla fine. Ora affrontiamo la prossima con la stessa voglia e determinazione.

Non è facile, perché la nostra tifoseria ci manca. Ci danno una spinta nei momenti difficili e non è lo stesso con lo stadio vuoto. Si sente la loro mancanza, ma vale per tutti e dobbiamo adattarci.

La mia esperienza nel calcio è che non ti puoi fidare di nessuno. In Serie A bisogna essere sempre concentrati, sul pezzo, in ogni partita. Dobbiamo continuare al 100% contro tutti.

Giocando così tanto spendiamo molto di più. In campo beviamo molto e dobbiamo recupare nelle poche ore che abbiamo. Ma nella vita ti devi sempre adattare e essere forte mentalmente. Non c’è tempo per lamentarsi, tutti siamo forti di testa e siamo carichi per andare avanti“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Gufi gufi marameo tutti giù dal Colosseo...Insieme a Maestrelli l'allenatore più importante della Lazio. Onore a lui"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News