Resta in contatto

Il meglio dei Social

La diretta IG di Acerbi: “Come Luis Alberto in Serie A non c’è nessuno”

L'ironia di Acerbi sul ritorno a Formello: "Capello lungo e reggiseno"

Francesco Acerbi torna in diretta su Instagram come ospite della pagina Sosfantacalcio per rispondere alle tante domande dei tifosi

Francesco Acerbi torna in diretta Instagram questa sera per fare compagnia agli amanti del calcio.

Il difensore biancoceleste questa volta è stato ospite della pagina SOSFantacalcio e sono state tante le domande rivolte dai tifosi: dalle piccole curiosità ai compagni di squadra nella Lazio.

Tireresti un rigore importante?

“Certo, che problema c’è? Ad aver paura poi te ne penti. è meglio sbagliare che non tirare. Non bisogna aver paura, anche io certe volte ho bisogno di una mano e la chiedo. Ogni giocatore ha la sua testa e i suoi momenti, se io ho un momento brutto è giusto e fa piacere che qualcuno venga ma è anche giusto star da soli.”

Raccontaci quel gol contro il Torino

“Quel gol col Torino, ho sentito più insulti nel momento del tiro che da mia madre in tutta la vita, poi è andata bene e ho ricevuto i complimenti (ride, ndr).”

Immobile:

“Ciro già l’anno scorso aveva dimostrato di essere un grande. Quest’anno ha trovato equilibrio, serenità e convinzione. Quindi, come tutta la squadra, sta dando il meglio. Se lo sento? Certo, abbiamo un buon rapporto”.

Magic Luis è il giocatore più forte con cui hai giocato?

“Luis Alberto forse è il secondo con cui ho giocato, il primo è Rubinho. Ma in Serie A uno come lui io non ne ho visti.”

Che rapporto hai con il fantacalcio? I tuoi amici ti scelgono?

“I miei amici mi prendono al fantacalcio! Io non mi consiglio, mal che vada a fine fantacalcio offro una birra”.

Quanto ti manca il calcio?

“Quando viene prima la salute del giocare a calcio e non si ha nemmeno la certezza del ricominciare, è ovvio che manca incontrarsi e giocare ma prima di tutto si spera e si pensa che questo Coronavirus finisca presto”.

Quali tuoi compagni di squadra possono ancora migliorare?

“Non c’è nessun compagno che non mi venga in mente. Hanno tutti delle ottime qualità e margini di miglioramento. Il Tucu anche ha le carte e le possibilità per migliorare ancora e deve farlo se vorrà fare il salto di qualità”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Non sarebbe durato un solo giorno con questa Società. Lui,uomo onesto e vero."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Il meglio dei Social