Resta in contatto

News

Anniversario Paparelli, Jacobelli: “Doveroso uno speciale su di lui”

Il direttore di Tuttosport Xavier Jacobelli è intervenuto in radio stamattina. Sul giornale, oggi, uno speciale sull’anniversario della morte di Paparelli.

Xavier Jacobelli, direttore di Tuttosport, ha parlato stamattina in radio sulle frequenze di Elleradio. Nell’intervista ha spiegato i motivi che hanno portato il suo giornale a pubblicare oggi uno speciale a doppia pagina sull’anniversario della morte di Vincenzo Paparelli.

È sembrato opportuno a tutta la redazione, ha speigato, ricordare quella spaventosa tragedia.

“A noi è sembrato doveroso e importante dedicare uno speciale su Tuttosport alla tragedia di Vincenzo Paparelli. Un fatto che ha segnato il calcio italiano. Su Sky andrà in onda il docufilm realizzato da Matteo Marani, in coincidenza con esso, ci sembrava indispensabile dedicare oggi ampio spazio a quella spaventosa tragedia. Ricordiamo il sacrificio di un giovane padre di famiglia, rimasto nel cuore non solo dei tifosi laziali, ma di tutti gli appassionati di calcio”.

Atalanta e Celtic

L’intervento di Jacobelli è proseguito sui temi di attualità. Sugli episodi di Lazio – Atalanta, lui tifoso della Dea, ha detto:

“Sono un tifoso atalantino, però credo di saper valutare con equilibrio le cose di calcio: l’Atalanta nel primo tempo è stata esaltante. Altrettanto lo è stata la reazione della Lazio nel secondo. Rimontare tre gol contro una squadra del calibro della Dea è importantissimo. È stata una partita dai due volti. Di sicuro è arrivata ancora una volta la conferma che alcune critiche a Simone Inzaghi sono state ingenerose. Il potenziale tecnico della Lazio è indiscutibile. Una simile reazione indica ulteriori passi in avanti fatti dalla squadra e altri che ancora può compiere”.

La spinta della partita di sabato, sostiene il direttore, potrà aiutare i biancocelesti nell’impegno di stasera in Europa League.

“Contro il Celtic sarà un’altra importante occasione per dimostrare quanto la squadra ci tenga alla competizione. La rimonta di sabato può regalare consapevolezza alla Lazio del proprio potenziale”.

“Nessuno meglio di Inzaghi, che misura quotidianamente le condizioni di forma dei propri giocatori, può decidere chi far giocare e come. Immobile è la classica eccezione alla regola ‘tutti sono utili e nessuno indispensabile’: lui è un punto punto di riferimento assoluto di questa Lazio”.

 

Leggi anche:

Celtic – Lazio, le probabili formazioni di questa sera

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News