Resta in contatto

News

Nazionale, le probabili formazioni: ancora out Immobile e Acerbi

Nazionale, questa sera il match contro la Bosnia all’Allianz Stadium di Torino. Le probabili formazioni: di nuovo fuori Acerbi e Immobile.

Ultimo impegno per la Nazionale prima dell’estate. Questa sera all’Allianz Stadium l’Italia ospiterà la Bosnia Erzegovina. Il ct Mancini non pensa affatto a un turn over: l’intenzione è di riconfermare buona parte degli undici che hanno strapazzato la Grecia pochi giorni fa.

Nel probabile 4-3-3 in porta sarà confermato Sirigu. Davanti a lui la coppia centrale Bonucci-Chiellini. A sinistra confermato Emerson Palmieri, mentre a destra ci sarà un cambio. Al posto di Florenzi verrà impiegato uno tra Mancini e De Sciglio. Il terzino dell’Atalanta sembra in vantaggio. A centro campo nessuna novità. Barella, Jorginho e Verratti hanno fornito una prova di qualità ad Atene. Davanti, Bernardeschi al posto di Chiesa completerà il tridente con Belotti e Insigne.

Dopo la tribuna contro gli ellenici, Acerbi e Immobile siederanno quasi sicuramente in panchina questa volta. Per Ciro appare possibile anche un ingresso a partita in corso.

Le scelta di continuare con questo assetto è motivata dall’importanza del match. La sfida contro i balcanici potrebbe essere decisiva per la qualificazione ai campionati europei del 2020. Passano le prime due del girone e la Nazionale del ct Mancini guida la classifica a punteggio pieno (9). La Finlandia, già battuta a marzo, insegue a 6. Vincendo oggi gli azzurri allungherebbero ancora sul terzo posto occupato proprio dai bosniaci. Fischio d’inizio ore 20:45. L’incontro sarà trasmesso in diretta su Rai 1.

Gli avversari, allenati da Robert Prosinečki, scenderanno in campo con un modulo speculare. Sehic tra i pali. Bicakcic, Sunjic, Zukanovic, Civic in difesa. Gojak, Saric e Pjanic sulla mediana. Visca, Vrancic e Dzeko davanti.

 

Leggi anche:

Milinkovic, CorSport: “Sergej cambia il mercato della Lazio”

 

Mihajlovic, i grandi ex di Lazio e Roma parlano del “prezzo della passione”

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da News