Resta in contatto

News

Lazio, la Repubblica: “Inzaghi-Lotito, fumata grigia”. Tra le alternative, Gattuso e Giampaolo

Simone Inzaghi

L’incontro in casa Lazio tra Inzaghi e Lotito non ha portato a una decisione definitiva. Se Simone dovesse salutare, piacciono Gattuso e Giampaolo

La Lazio a quattr’occhi, Claudio Lotito e Simone Inzaghi che s’incontrano per capire se il loro futuro sarà ancora insieme o no. Come vi abbiamo raccontato ieri, a Formello è andato in scena il primo faccia a faccia tra il presidente e il tecnico.

La Repubblica oggi in edicola – in un articolo a firma di Giulio Cardone e Stefano Fiori – sottolinea come il confronto tra i due non abbia ancora portato a una decisione definitiva. Ecco cosa si legge sul quotidiano romano:

“Lotito tranquillizza i tifosi, ma sa che la permanenza del suo «figlioccio» è ancora tutta da conquistare. Fosse per lui e per il ds Tare, il rinnovo triennale e il relativo aumento d’ingaggio sarebbero già cosa fatta. Inzaghi invece prende tempo, considera la Lazio casa sua ma non trascura neanche la possibilità di cominciare un nuovo ciclo in un’altra piazza”. Saranno necessari altri incontri per arrivare al prolungamento o all’addio (la terza ipotesi è che Inzaghi rimanga fino alla scadenza del prossimo anno).

I profili alternativi: piacciono Gattuso e Giampaolo

Sullo sfondo, l’interessamento della Juventus e quello – potenzialmente più insidioso – del Milan di Paolo Maldini: secondo la Repubblica, sarebbe lui “il grande estimatore di Inzaghi”. Prima di domenica, prima cioè che i rossoneri sappiano se disputeranno la Champions o l’Europa League, è ancora presto però per decifrare le strategie del Milan. E quindi il futuro di Gennaro Gattuso. Che – sempre secondo la Repubblica – rientra tra i profili graditi a Lotito a livello tecnico e umano. Stesso discorso per Marco Giampaolo, in partenza dalla Sampdoria. Se addio a Inzaghi sarà, l’alternativa potrebbe riguardare uno di loro. Ma al momento sono solo ipotesi: la prima scelta della Lazio rimane Simone Inzaghi.

 

Leggi anche:

Inzaghi-Juve, l’opinione di 5 giornalisti del mondo bianconero

 

Lazio, Pedro Neto e l’opportunità del Mondiale Under 20

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Lo voio vede L annuncio de Gattuso casca pure L altare della Patria !!!!??????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Vergogna!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Simone rimani fallo per noi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Speriamo che Inzaghi rimanga, dipende solo dalle garanzie che avrà da Lotito, con lui possiamo continuare il ciclo e sperare di entrare in C.L., con un altro si ricomincia da capo e i nomi che leggo proprio non mi entusiasmano

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Giampaolo quello del “a brescia ho avvertito troppo la pressione della piazza” o gattuso quello che non ha dato un’impronta al milan e che ha perso con il benevento retrocesso o ha pareggiato a frosinone e con il bologna di pippo inzaghi. Mi dispiace ma nel migliore dei casi pareggiamo, non miglioreremo di certo. Mamma mia… Ma poi Inzaghi lascia per mancanza di stimoli o perche qui ritiene che di più non si possa fare?

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News