Resta in contatto

Approfondimenti

Leiva, CorSport: “Sarebbe un sogno giocare la Champions con la Lazio”

Lazio, Lucas Leiva: un nome, un fuoriclasse, una sicurezza

L’intervista esclusiva a Lucas Leiva per il Corriere dello Sport alla vigilia della partita di campionato fra Lazio e Atalanta

Manca un solo giorno alla sfida di Serie A fra Lazio e Atalanta e Lucas Leiva si lascia intervistare dal quotidiano romano con il suo solito entusiasmo. Tanti gli argomenti trattati, a cominciare dal sogno Champions fino ai suoi ricordi più belli con la maglia biancoceleste. Riportiamo qui i passaggi più significativi, per l’intervista integrale rimandiamo al Corriere dello Sport oggi in edicola.

“Domani non penseremo alla finale di Coppa Italia. In campionato non siamo dove vogliamo, è inutile pensare alla partita del 15 maggio. Prima della ginale giocheremo due volte in campionato, due vittorie ci farebbero arrivare alla finale in modo migliore, con maggiore fiducia”. Il regista biancoceleste va subito al punto spiegando la mentalità della squadra capitolina. L’obiettivo al momento è quello di recuperare dagli errori commessi nelle tre partite che hanno ostacolato molto la corsa alla Champions League.

“C’è tanta voglia di vincere la Coppa Italia. Abbiamo vinto due volte a Milano, contro Inter e Milan, per arrivare in finale. È un trofeo importante”.

Nel suo futuro, Leiva vede solo i colori biancocelesti. Fresco di rinnovo fino al 2022 e con l’arrivo ormai prossimo dell’annuncio, il brasiliano dice di sentirsi bene nella Capitale. “I tifosi mi hanno abbracciato e la mia famiglia si trova a meraviglia. Come squadra possiamo migliorare tanto e questo mi dà la voglia di aiutare il club a perseguire questa crescita. È stata una scelta abbastanza facile. Sogno di tornare a giocare la Champions League con la Lazio“.

Tra i suoi ricordi più belli con la maglia biancoceleste c’è sicuramente il rigore del 31 gennaio a San Siro contro l’Inter che ha accompagnato la formazione di Inzaghi in semifinale. Ma soprattutto la Supercoppa Italiana vinta proprio nella sua prima partita da laziale e l’ultimo 3-0 contro i cugini giallorossi.

Una serata stupenda. In un anno e mezzo posso dire di aver vissuto belle emozioni e altre spero di viverne“.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Approfondimenti