Resta in contatto

News

Lucas Leiva si difende dall’accusa: “Totalmente falsa e infondata”

Lucas Leiva torna ad allenarsi nella sala pesi domestica

Lucas Leiva interviene su Instagram per difendersi dall’accusa di aver mancato di rispetto a un addetto stampa del Milan sulla sedia a rotelle

Dopo l’accusa nei suoi confronti, Lucas Leiva interviene su Instagram per difendersi e tutelare la propria immagine.

Il Messaggero di questa mattina riporta di un retroscena relativo a Lazio-Milan: gli ispettori di campo hanno riferito nel proprio referto una frase che il centrocampista biancoceleste avrebbe rivolto a Ugo Allevi, addetto stampa del club rossonero in sedia a rotelle. “Stai seduto e zitto” e la replica “testa di ca***”, questo il botta e risposta che avrebbero annotato gli ispettori.

Ecco allora che Lucas Leiva ha deciso di rigettare al mittente questa ricostruzione, con questo post su Instagram:

Mi preme chiarire in modo chiaro che le accuse rivolte recentemente alla mia persona su eventuali fatti nel post partita di Milano sono totalmente false e infondate. È mia premura evidenziare in modo perentorio tale fatto increscioso e totalmente falso nei miei confronti, in quanto in dieci anni di carriera non mi sono mai permesso di mancare di rispetto a nessuno. Ciò non fa assolutamente parte del mio comportamento professionale e altresì offende non solo terzi ma anche me a livello umano. Sicuramente in una partita di calcio, preso dalla tensione agonistica, posso aver detto molte cose, ma c’è sempre un limite che giammai mi son permesso di superare, in quanto la mia educazione fondata su rispetto e buon senso non mi farebbe mai tollerare tale condotta“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Mi preme chiarire in modo chiaro che le accuse rivolte recentemente alla mia persona su eventuali fatti nel post partita di Milano, sono totalmente false ed infondate. È mia premura evidenziare in modo perentorio tale fatto increscioso e totalmente falso nei miei confronti, in quanto in dieci anni di carriera non mi sono mai permesso di mancare di rispetto a nessuno. Ciò non fa assolutamente parte del mio comportamento professionale e altresì offende non solo terzi ma anche me a livello umano. Sicuramente in una partita di calcio, preso dalla tensione agonistica, posso aver detto molte cose, ma c’è sempre un limite che giammai mi son permesso di superare, in quanto la mia educazione fondata su rispetto e buon senso non mi farebbe mai tollerare tale condotta.

Un post condiviso da Lucas Leiva (@leivalucas) in data:

17 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
17 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] La vittoria in Lazio-Udinese arriva all’indomani di una giornata – quella di martedì – molto particolare per Lucas Leiva. […]

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

notizie per distrarre la massa…domandate come si fa ar sor berlusca!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Complimenti Lucas non ti curar di loro passa e vai oltre. Sei un grande

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Fanno proprio schifo tutti!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Non dimenticate che abbiamo il recupero con l’Udinese….pensate che andra’ tutto bene??? Io ho un po’ di dubbi!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Bravo Lucas, sai che c’è, che ogni qualvolta si deve prendere una decisione arbitraria, sono tutti contro la nostra squadra. Intrighi e bugie . .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Querela aaas

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Il messagero amico non della lazio ma del milan leiva grande uomo e grande professionista andrebbe querelato per diffamazione sia verso il calciatore che verso la societa lazio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Creata ad arte !!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Tutto questo casino per colpa di Rizzoli. E non finisce qui.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Certo adesso la colpa ricade sulla Lazio e il Milan non a fatto niente, ridicoli

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ci avete proprio fracassato le ⚾⚾ scusate il francesismo ma quando ce vo….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma togliere l’accredito al Messaggero no?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande….Lucas….!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

A me me fa specie sto giornaletto come er messaggero ma che anche in casa abbiamo nemici e ‘ anche risaputo da sempre

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

La società Lazio non ha né la forza né la capacità di difendere se stessa i suoi giocatori ed i suoi tifosi dalla forza mediatica e politica di società come l’acmilan che possono fare dire ed inventare qualsiasi cosa pur di uscirne limitando i danni. E neanche possiamo poter fare affidamento su pseudo giornalisti e comunicatori che si professano Laziali tutti troppo attenti al loro orticello! Ci dobbiamo pensare noi tifosi rimanendo uniti compatti a difesa della Lazio e di noi stessi! FORZA LAZIO CARICA SEMPRE

Rocco Luppino
Rocco Luppino
1 anno fa

Grande uomo e fuoriclasse puro

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News