Resta in contatto

News

Lazio-Udinese, parla Tudor: “Per noi è una gara bonus”

Lazio-Udinese, Igor Tudor

Lazio-Udinese, l’allenatore dei friulani: “Per me è importante che i ragazzi abbiano voglia di fare gol e di offrire una buona prestazione”

Alla vigilia di Lazio-Udinese l’allenatore Igor Tudor ha parlato in conferenza stampa per presentare la partita.

“Domani affronteremo una squadra che gioca bene il cui gioco mi piace tanto. Noi veniamo da una buona partita con la Roma e per me è importante che i ragazzi scendano in campo con la voglia di fare gol”

In merito alla necessità della sua squadra di sbloccarsi sotto porta per conquistare punti importanti per la salvezza, il mister risponde:

“Le nostre prestazioni non sono mai fini a se stesse, siamo infatti consapevoli che dobbiamo unire un buon gioco al fatto di fare punti. Ci sono tanti fattori che influiscono sul risultato. Il gol segnato dalla Roma è stato il risultato di un fraintendimento in difesa, un dettaglio che ha deciso la partita.

I dettagli sono importanti e a volte si può anche sbagliare, ma l’importante è imparare dagli errori commessi.”

Io ho sempre sostenuto che mi piacerebbe avere un po’ di tempo in più da dedicare ai miei ragazzi, per cercare di trasmettere loro una maggiore intensità. Abbiamo sempre qualche giocatore che ritorna dagli infortuni e questo è uno dei fattori che influenzano le nostre prestazioni

Sull’avversario di domani, queste le parole di Tudor:

“La Lazio è una squadra che gioca un bel calcio, ha un buon stile di gioco, con tanti straordinari giocatori che posseggono un buon tiro e vanno spesso alla conclusione”.

Non sarà a disposizione del mister bianconero, Ignacio Pussetto che nei giorni scorsi ha riscontrato qualche problema fisico:

“L’infortunio ci ha fatto propendere per lasciarlo a riposo per la partita di domani, in modo da riaverlo a disposizione per il Sassuolo”

Questa la lista dei convocati bianconeri per la partita di domani sera allo Stadio Olimpico.

Portieri:

Musso, Nicolas, Perisan

Difensori:

De Maio, Ekong, Nuytinck, Samir, Stryger Larsen, Wilmot, Zeegelaar

Centrocampisti:

Badu, D’Alessandro, De Paul, Fofana, Hallfredsson, Ingelsson, Mandragora, Micin, Sandro

Attaccanti:

Lasagna, Okaka, Teodorczyk

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "da juventino ho adorato Beppe Signori......è uno dei pochi calciatori di cui ho la maglia autografata......oggi Signori non avrebbe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News