Resta in contatto

News

Lazio, Hoedt: “Bologna squadra insidiosa. Il mio ritorno? Adesso sono un uomo, anche fisicamente”

Lazio, al termine del match vinto contro il Bologna per 2 a 1, Hoedt ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio.

“Nel primo tempo non siamo andati benissimo, poi ci siamo riorganizzati nella seconda frazione e abbiamo giocato come sappiamo, meritando la vittoria. Il Bologna è una buona squadra, giocano sempre uno contro uno sempre e non è facile. L’importante è aver portato la vittoria a casa. Adesso ci aspetterà una gara molto difficile contro il Brugge. Sono molto bravi, non sarà semplice, anche se dipenderà tutto da noi. Al centro della difesa mi trovo molto bene, anche se posso giocare anche nei centrali laterali, decide il mister. Ho girato tanto dopo Roma, adesso sono felice qui. Sono cambiate tante cose. Sono più sereno, anche grazie alla mia nuova fidanzata che si trova con me in questa nuova avventura. Sono cresciuto tanto ho fatto esperienze, tra l’altro ho preso nove chili in più di massa muscolare. Sono tornato per fare bene”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "In eterno per noi laziali lui e' e rimarrà per sempre lui il simbolo della nostra amata lazio!!!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile stacca Signori in Serie A

Ultimo commento: "Prendere Piola la vedo dura ... "

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."

Altro da News