Resta in contatto

News

Celtic – Lazio, parla Inzaghi: “Non sarà decisiva, ma…”

Lazio - Atalanta, Simone Inzaghi

Alla vigilia di Celtic – Lazio, Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa da Glasgow: leggi tutte le dichiarazioni del tecnico biancoceleste

Un match vero, questo Celtic – Lazio di Europa League: arrivati alla terza giornata del Gruppo E, i biancocelesti non possono sbagliare l’appuntamento contro la diretta rivale per il primo posto.

Alle 19.15, dalla pancia del Celtic Park di Glasgow, Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa: leggi qui di seguito tutte le dichiarazioni del tecnico biancoceleste alla vigilia di Celtic – Lazio.

Cosa le lascia la gara con l’Atalanta?

“La squadra ha dimostrato di avere carattere, così come a Bologna o nel derby. Mi prendo l’ottimo secondo tempo, ma insieme ai ragazzi abbiamo analizzato un primo tempo in cui ci abbiamo messo del nostro come approccio sbagliato”.

C’è un’analogia tra il calcio fisico dell’Atalanta e quello del Celtic?

“Il Celtic corre tantissimo, ha un grandissimo spirito ma è anche una squadra dotata tecnicamente. Dovremo fare una grande gara, qui in casa sono molto temibili”.

È fondamentale qui il pubblico?

“È una squadra da affrontare nel migliore dei modi, trascinata da questo meraviglioso pubblico. Un po’ di differenza tra casa e trasferta sicuramente c’è”.

Quale sarà l’approccio della Lazio?

“Dovremo saper gestire la palla con personalità, non sarà facile contro un avversario organizzato e che pressa molto. L’allenatore ha creato un ottimo feeling con il gruppo. Ci saranno dei momenti in cui dovremo abbassarci, ma altri in cui dovremo imporre la nostra partita”.

Cosa ti aspetti da Lazzari e Jony?

“Da loro mi aspetto che facciano un’ottima gara. Sono due ottimi giocatori, si allenano molto bene e stanno cercando di entrare al meglio nei nostri meccanismi. Sono molto fiducioso per la loro partita e per la loro stagione. Dobbiamo andarci cauti, anche se per migliorarci abbiamo bisogno che i nuovi arrivati si ambientino al più presto”.

È decisiva domani per la qualificazione?

“No, ma sicuramente è molto importante. Mancheranno solamente tre partite, dovremo vedere anche come finirà tra Cluj e Rennes. Sarà molto determinante per le sorti del girone. Con Nizza e Marsiglia nelle scorse edizioni abbiamo vinto il doppio confronto, quest’anno abbiamo perso la prima in Romania”.

Le condizioni della squadra anche in vista dei prossimi impegni?

“Ho guardato semplicemente il Celtic. Sabato abbiamo avuto una partita molto dispendiosa, però abbiamo avuto un giorno in più per recuperare. Poi avremo qualche ora in meno giocando domenica sera a Firenze, ma ci siamo abituati da tre anni. Faremo di tutto per onorare l’Europa League al 100%, senza pensare a Fiorentina, Torino ecc”.

Sarà una notte da Champions?

“È bellissimo per i miei ragazzi giocare in questo stadio, scendere in campo al Celtic Park per un calciatore è il massimo”.

Perché il pubblico italiano snobba l’Europa League?

“Credo sia una questione di cultura, di tradizione dei Paesi in cui vai a giocare. Col Rennes 10-15mila tifosi sono stati pochi per questo tipo di competizione”.

Il problema del razzismo ti preoccupa per domani?

“No, il mio club ha sempre combattuto ogni forma di razzismo. Domani non credo ci possa essere alcun problema”.

Ti piace Edouard?

“È un ottimo centravanti, come lo sono gli esterni d’attacco, i mediani e tanti giocatori del Celtic. È una squadra allestita per fare la Champions”.

 

Questa invece è la conferenza di Sergej Milinkovic:

Celtic – Lazio, Milinkovic: “Non vedo l’ora di giocare in questo stadio”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News