Resta in contatto

Parola ai tifosi

Lazio, la Coppa Italia non è un contentino: ecco perché

Lazio, giro di campo con la Coppa Italia

“Se qualcuno mi chiedesse un’opinione sulla stagione, direi che è più che positiva”: il nostro amico Max883 ci spiega le sue motivazioni

Con la “partita amichevole” di domenica contro il Toro, si è conclusa la stagione della Lazio. Una stagione mediocre per quanto riguarda il campionato e l’Europa League, trionfale per quanto riguarda la Coppa Italia.

Nonostante questo, se qualcuno mi chiedesse un’opinione sulla stagione, direi che è più che positiva. Voi vi chiederete: “Ma come fa un ottavo posto dietro al Torino a essere soddisfacente?”. E io vi risponderò “SEMPLICE! Hai vinto la Coppa Italia!”: per una squadra come la Lazio, che di certo non ha un palmares stile Real Madrid, è tutto di guadagnato.

È tutto di guadagnato perché, nonostante quello che dicono certe testate sportive, con questa coppa diventiamo la squadra più titolata della Capitale e la quarta in Italia.

È tutto di guadagnato perché diventiamo l’unica squadra, insieme al Milan, ad aver tolto qualcosa alla grande Juventus che rimarrà nella storia.

È tutto di guadagnato perché, in una città che vive di sfottò, prendere in giro i cugini che al massimo alzano capitani fa sempre piacere.

Ovvio, in campionato si poteva e si doveva fare meglio, perché la rosa di certo non era inferiore al Toro o al “miracolo Atalanta”. Però definire la Coppa un “contentino” è ridicolo!

Quindi, quando qualcuno vi dirà questo,magari aggiungendo che la stagione è stata comunque mediocre, guardatelo negli occhi, sorridetegli come quando un romanista vi dice “ehhhh ancora co sta coppanfaccia” e giratevi dall’altra parte.

Una coppa vinta dalla Lazio non è mai un contentino anche se si arriva diciasettesimi. Anzi, sono i successi più belli, perché in un mondo che vi dice che quelli dell’altra parte della città rappresentano la stessa, voi dovete sempre ricordargli che a Roma esistono due squadre:

Una alza trofei.
L’altra telefoni e capitani.

Viva La Lazio.

 

Leggi anche:

La vostra opinione: che voto date alla stagione della Lazio?

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Parola ai tifosi