Resta in contatto

Casa Lazio

Lazio, l’ultima rifinitura della stagione: la probabile formazione anti Torino

Lazio, Danilo Cataldi

La Lazio prepara l’ultimo impegno della stagione, la trasferta di domani a Torino: il racconto dell’allenamento della vigilia

Ultima rifinitura della stagione della Lazio. Domani a Torino (ore 15, diretta tv su Sky), i biancocelesti scenderanno in campo per la 38ª e conclusiva giornata di campionato. Sarà anche l’atto finale dell’era Simone Inzaghi? Questo è ancora presto per dirlo.

Nel frattempo, il tecnico prepara la partita dello stadio Grande Torino con tante assenze: non partecipano all’allenamento della vigilia i vari Strakosha, Luiz Felipe, Patric, Leiva, Milinkovic, Luis Alberto e Caicedo. Oltre a loro, anche lo squalificato Correa. Numerosi di conseguenza i Primavera aggregati con la prima squadra: Alia, Armini, De Angelis, Bianchi, Mohamed Abukar, Capanni e Cerbara. Diversi di loro sperano di poter aver una chance – in alcuni casi esordire proprio tra i grandi – a gara in corso.

Le soluzioni a disposizione di Inzaghi

In difesa, davanti a Proto, l’onnipresente Acerbi sarà affiancato da Bastos e Radu. A centrocampo sono praticamente sicuri della presenza Parolo, Badelj e Lulic. Anche Romulo, ma da capire in che ruolo: se Inzaghi concederà la prima maglia da titolare a Bruno Jordao, allora l’italo-brasiliano si muoverà come d’abitudine sulla fascia destra; al contrario, potrebbe spostarsi all’interno e lasciare la corsia esterna a Marusic. Davanti, Cataldi è stato provato ancora una volta come trequartista alle spalle di Immobile, l’unica punta a disposizione.

La probabile formazione

(3-5-1-1): Proto; Bastos, Acerbi, Radu; Romulo, Parolo, Badelj, Jordao, Lulic; Cataldi; Immobile

Ballottaggi: Proto/Guerrieri, Jordao/Marusic

 

Leggi anche:

Lazio, la Repubblica: “Tra Lotito e Inzaghi c’è aria di divorzio”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Casa Lazio