Resta in contatto

Nostalgia Chinaglia

Milan-Lazio, Klose + Cissé: sogno di una notte di mezza estate

Milan-Lazio 9 settembre 2011

Milan-Lazio ha regalato tantissime partite storiche. Una di queste è il 2-2 del 9 settembre 2011, con l’esordio show di Klose e Cissé – di Alessandro Crescenzi

Per il capitolo amarcord di Milan-Lazio, torniamo con la mente al campionato 2011/2012. Che parte proprio con l’anticipo del 9 settembre tra i rossoneri (campioni d’Italia in carica) e i biancocelesti rivoluzionati dal mercato estivo.

Sono arrivati a Roma molti volti nuovi con esperienza internazionale e voglia di una nuova ‘vita calcistica’ come Miro Klose e Djibril Cissé. La serata è calda, le maglie bianche bordate di celeste e oro risaltano nella notte milanese e, alla “Scala del calcio”, va in scena uno spettacolo chiamato Lazio.

Klose si presenta con una magia

Nei primi 21’ di gioco la squadra di Reja pressa alto e con pochi tocchi riesce a mettere in crisi una difesa forte ed esperta come quella rossonera, comandata da un certo Alessandro Nesta. Dopo appena 10 minuti, la Lazio passa in vantaggio: Mauri serve con un filtrante veloce Miro Klose, il tedesco effettua un meraviglioso controllo a seguire con dribbling secco sullo stesso Nesta e centra l’angolino alla destra di Abbiati. Il tedesco si presenta al pubblico italiano nel migliore dei modi con una giocata da campione vero, non impaurito dagli avversari e pronto ad affrontare l’avventura laziale con tutta la sua classe ed affidabilità.

Il raddoppio di Cissé

Il Milan sbanda in maniera paurosa, perde Gattuso per infortunio e non riesce ad alzare il baricentro del gioco. Dopo altri dieci minuti, sempre da un’invenzione di Mauri sulla destra, nasce lo splendido gol di Cissé: il francese, con un’elevazione pazzesca, anticipa Nesta e insacca alla destra di Abbiati. Un’altra splendida giocata conduce la Lazio in vantaggio 2-0 al cospetto di Ibrahimovic e compagni.

Doppio vantaggio annullato

Purtroppo, per i colori biancocelesti, la reazione del Milan è rabbiosa e istantanea e porta in appena quattro minuti al pareggio con i gol di Ibrahimovic e di Cassano (inspiegabilmente lasciato libero di colpire di testa su corner).

La partita è bellissima e si gioca per tutti i novanta minuti su ritmi forsennati, con occasioni da una parte e dall’altra. A pochi minuti dal termine un contropiede laziale porta Cissé davanti ad Abbiati: Djibril lo supera in velocità e solamente un intervento disperato di Nesta impedisce alla Lazio di infrangere un tabù lungo oltre 20 anni.

La Lazio mette alle corde i Campioni d’Italia, gioca un bel calcio e tutti i tifosi sperano nella nascita della nuova coppia del gol. Purtroppo, complice anche l’addio del francese a gennaio, la sfida al Milan rimarrà solamente un sogno di una notte di mezza estate.

PS: A dieci minuti dal termine fa il suo esordio con la maglia della Lazio uno sconosciuto terzino sinistro di nome Senad Lulic. Nessuno avrebbe potuto immaginare che fosse destinato a diventare eroe della squadra biancoceleste poco più di 18 mesi più tardi. Ma questa è un’altra bellissima pagina di storia…

 

Leggi anche:

Lazio, Milinkovic: “Io l’Ibra del centrocampo? Mi piace come definizione”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Noi tifosi non conosciamo mai bene un giocatore sotto il profilo umano e personale. Né si può giudicare la vita privata di nessuno tantomeno di un..."
Advertisement

Altro da Nostalgia Chinaglia