Resta in contatto

News

Lazio-Parma, Inzaghi felice: “Abbiamo reso tutto facile”

Lazio-Parma, Simone Inzaghi

Lazio-Parma, le dichiarazioni del tecnico biancoceleste a fine partita

“I ragazzi sono stati bravi, era una partita importante. Siamo sempre stati lucidi, l’abbiamo chiusa già a fine primo tempo”. (@Sky)

“Il primo tempo è stato molto simile a quello di Firenze, oggi siamo stati più precisi e non abbiamo trovato i pali. Nella ripresa potevamo fare un po’ meglio, ma avevo alcuni giocatori con qualche problema come Radu, Caicedo e Marusic, poi i diffidati…”. (@conferenza)

“Sono arrivati due gol degli esterni, sono molto contento per Marusic e Lulic”. (@conferenza)

“Di volta in volta cerco di scegliere i migliori per la partita che andiamo ad affrontare. Milinkovic, Luis Alberto, Leiva stanno bene, non dimentichiamo che fuori abbiamo Parolo, Badelj, Cataldi che stanno altrettanto bene e si allenano tutti i giorni”. (@Sky)

“Per essere squadra, tutti devono dare una mano. Caicedo e Correa non hanno segnato ma hanno fatto una grande partita, sarei stato contento se avessero trovato il gol. Le motivazioni per noi oggi erano tante, a Firenze non avevamo raccolto i tre punti e dovevamo recuperarli oggi”. (@Sky)

“Lo scorso anno siamo stati il miglior attacco in Italia e il quarto in Europa con Luis Alberto a ridosso di Immobile. Dopo l’infortunio, che l’aveva rallentato nel suo momento migliore, la sua condizione è cresciuto e Correa in questo stato di forma è giusto che giochi dall’inizio. Luis è un generoso e si mette sempre al servizio della squadra”. (@Sky)

“Sia Luis Alberto che Marusic si sono allenati bene in queste settimane, hanno recuperato fisicamente”. (@conferenza)

“Ora dobbiamo sfruttare bene la sosta, quando ricominceremo con l’Inter avremo cinque partite ravvicinate”. (@conferenza)

“Domenica scorsa eravamo la squadra che aveva espresso il miglior gioco in Italia, ma non avevamo vinto. Oggi hanno rallentato le altre”. (@conferenza)

“Il derby di Milano? Me la gusterò, a noi obiettivamente cambia poco”. (@conferenza)

“Faccio i complimenti agli addetti del Coni che hanno sistemato il campo, dopo il rugby era in un ottimo stato”. (@conferenza)

“Abbiamo reso facile una partita che non lo era affatto. I miei ragazzi hanno interpretato bene la partita dall’inizio alla fine” (@Lazio Style)

“Ho la fortuna di allenare una squadra lucida e capace di leggere le situazioni. Sul gol di Lulic sono stati bravi i ragazzi a capire al volo le indicazioni su un dettaglio nel posizionamento del Parma. Se ne erano accorti loro dal campo, e l’azione dopo abbiamo fatto gol” (@ Lazio Style)

“Caicedo ieri era affaticato, ma è un giocatore generoso. Sono soddisfatto della prestazione e della qualità. Nelle ultime quattro partite abbiamo fatto vedere grandi cose. Avremmo meritato di più, ma noi dobbiamo avere più continuità davanti, come oggi” (@Lazio Style)

“Penso che tutte le partite siano difficili. Non guardo il calendario delle altre. I pronostici spesso saltano: bisogna stare attenti, come abbiamo fatto noi oggi” (@ Lazio Style)

“Sta sera guarderemo il derby con interesse e serenità. Il risultato ci interessa ma influisce poco. Dobbiamo prima di tutto pensare a noi stessi, i risultati positivi arriveranno di conseguenza” (@Lazio Style)

“Oggi siamo stati cinici interpretando bene la partita dall’inizio. Il Parma è una squadra di gamba che riparte bene in velocità e può creare problemi a tutte le difese. Sono contento di quello che hanno fatto i miei difensori” (@Lazio Style)

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News