Resta in contatto

Nostalgia Chinaglia

Lazio, amarcord Lulic: “Esperienza a Roma fantastica, amavo viverci. Sento ancora Petkovic”

Senad Lulic torna a parlare di Lazio. In un’intervista rilasciata al giornale svizzero Blick, il bosniaco ricorda i suoi anni a Roma.

L’uomo della storia ed ex capitano della Lazio Senad Lulic ha rilasciato una lunga intervista al giornale svizzero Blick. Tra i temi affrontati, anche i suoi ricordi degli anni biancocelesti nella Capitale. in cui ha parlato dei prossimi progetti e non solo.

Fino al mio gol nella finale di Coppa Italia del 2013 contro la Roma mi muovevo senza problemi in città, dopo è diventato impossibile. Ma questo fa parte del nostro lavoro. È diverso qui a Coira. Qui possiamo mangiare fuori in tranquillità. L’esperienza a Roma è stata fantastica e ho mantenuto tanti amici a Roma, anche al di fuori del calcio. Due dei nostri tre figli sono nati lì. Amavamo vivere a Roma e ancora oggi andiamo a trovarci spesso. I nostri figli sono cresciuti trilingue, bosniaco, italiano e tedesco.

In estate ero vicino allo Zurigo, anche se dire ‘quasi firmato’ è un’esagerazione. Abbiamo avuto diverse conversazioni. Poi però quando un contratto non viene firmato, significa che qualcosa è andato storto. Non voglio dire di più. È andata come andata e non mi pento di niente. Ora mi sto godendo il tempo con la mia famiglia e cercando di capire cosa sia meglio per il mio futuro. Non ho ancora preso una decisione“.

In chiusura l’ex terzino laziale ha rivelato di mantenere un buon rapporto, anche se a distanza, con il tecnico che portò al successo la Lazio il 26 maggio.

Sono sempre in contatto con Vlado (Petkovic, ndr) anche se non abbiamo lavorato insieme negli ultimi anni“.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Fantastici ricordi di un signori eccezionale e letale per chiunque odiato dalla tifoseria romanista all'inverosimile. Quando Cragnotti senza preavviso..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Unico , indimenticabile , una bandiera , un trascinatore ... di una tale Lazialita' senza rivali.......Quel coraggio di affrontare una curva..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Nostalgia Chinaglia