Resta in contatto

News

Lazio-Milan, Inzaghi: “Domani partita dentro-fuori. A Napoli non siamo stati artefici del nostro destino”

Simone Inzaghi torna a guidare la Lazio dopo il Covid e presenta la sfida al Milan in conferenza stampa a Formello.

Alla vigilia della sfida contro il Milan, Simone Inzaghi, tornato a guidare la sua Lazio dopo il periodo di isolamento dovuto al Covid, ha parlato in conferenza stampa a Formello:

Innanzitutto sono molto contento di essere tornato. Non è stato un periodo facile, soprattutto con moglie e tre figli tutti positivi. Non è stato una bella esperienza, ma è passata. Ci tenevo a fare i miei complimenti ai ragazzi e alo staff che in questi 18 giorni sono stati bravissimi. Domani è una partita da dentro o fuori. Ci penalizza il girone d’andata perché nelle ultime 16 ne abbiamo vinte 12.un cammino straordinario, ma avevamo perso qualcosa all’andata, complice la Champions che ci ha portato via tante energie. Ora queste ultime 7 le dovremo fare nel migliore dei modi.

Ieri abbiamo fatto un allenamento veloce perché avevamo ancora qualcuno affaticato. Tra oggi e domani mattina scioglierò i dubbi per quanto riguarda gli uomini. Per Napoli, ognuno può farsi la sua idea, purtroppo non siamo stati noi artefici del nostro destino in quella partita.

Noi abbiamo fatto un grandissimo sforzo, dopo aver giocato una Champions alla grande e con tanti problemi di infortuni. Vogliamo tornarci e abbiamo fatto una grandissima rincorsa, anche se giovedì è andata male. Ma vanno fatti i complimenti al Napoli.

Per il rinnovo, sono appena tornato, datemi tempo! (ride, ndr) Sono tornato da tre ore e devo ancora ultimare le visite mediche. Faremo tutto. I ragazzi invece sono delusi per come è andata giovedì, fermo restando che abbiamo trovato un avversario in grandissima condizione“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
12 giorni fa

Tranquillo a Napoli c’ha pensato il potere delinquenziale a pensarci …..vera e propria associazione a delinquere

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Avevo 12 anni ero uno che quando segnava chinaglia urlavo e piangevo di gioa ,avevamo vinto due anni prima lo scudetto e appena quattro anni prima ero..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile aggancia Piola. Anzi no…! Ecco quanto manca

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da News