Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Serie A, Roma e Fiorentina non liberano i nazionali: la FIFA manda una lettera

Marca: "La FIFA è pronta a dire si alle 5 sostituzioni"

Serie A, caos per i giocatori convocati dalle nazionali: alcune società hanno liberato i propri tesserati, altre invece avrebbero ricevuto lo stop dalle Asl locali

“L’Avvvertimento”, titola questa mattina La Stampa, che analizza il caso di Roma e Fiorentina. Due club di Serie A che non hanno liberato i propri giocatori per le nazionali perché fermati dalle Asl locali.

Le asl bloccano i giocatori nella ‘bolla’ e  le federazioni straniere si irritano: lettera della FIFA ai club“.

La FIFA, a tempo debito, ha aperto uno spiraglio nel protocollo perché i giocatori possano uscire dalle bolle per rispondere alle chiamate delle nazionali per incontri sotto l’egida FIFA. Che ora vuole vederci chiaro e, in caso, passare dalla penna alle sanzioni.

Ieri in merito l’irritazione del presidente federale Gravina: “L’Italia non sta facendo una bella figura”.

FIGC, Gravina: “Preoccupato per il mancato coordinamento delle Asl”

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News