Resta in contatto

News

Lazio, Akpa Akpro: “Speriamo di fare un cammino importante in Champions”

Lazio, Akpa Akpro ha parlato ai microfoni ufficiali del club, dopo la notte magica vissuta contro il Borussia Dortumund.

Contro la Sampdoria avevamo sbagliato partita, martedì abbiamo sfoderato una grande prestazione, dobbiamo continuare a giocare così. Non immaginavo di entrare così nel progetto tecnico del mister, devo dimostrare le mie qualità ogni volta che scendo in campo per i compagni, la Società ed i tifosi. Non abbiamo tempo di pensare a quello che è stato, sabato ci attende una nuova sfida molto importante. Dobbiamo trovare maggiore continuità nei risultati. Le dichiarazioni a me attribuite nei minuti successivi alla vittoria con il  Borussia Dortmund non sono vere, mi sono voluto vivere il momento, non avevo neppure controllato il telefono! Provengo da una famiglia di calciatori, ho iniziato a giocare a 5 anni seguendo i miei fratelli maggiori, da piccolo però ballavo hip-hop.

Auriere e Drogba sono miei grandi amici, avevo scritto a Didier prima della gara, lui mi ha detto che questo per me è solo l’inizio. Il mio sogno è sempre stato quello di giocare in Italia, in Francia ho fatto 100 presenze e prima di diventare capitano ho giocato anche un Mondiale. Mi sono operato e rimasto fermo un anno e mezzo, poi sono andato a Salerno. I primi 6 mesi non sono stati facili, poi lo scorso anno è andato tutto bene. Il presidente Lotito si complimentava sempre con me al termine delle partite, non avrei mai pensato di arrivare alla Lazio. 

Quando sono a casa gioco con i miei bambini, vedo tante partite di calcio e gli sport di combattimento. Cerco di vivere in maniera molto sereno”. Arrivano anche alcune dirette telefoniche per Akpa di complimenti.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Bravooooo💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

nemmeno noi onestamente, ma siamo felici di essere sorpresi! 🙂

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da News