Resta in contatto

Oltre la Lazio

Nouri è fuori dal coma dopo 3 anni. Il fratello: “A volte si commuove”

Nouri era entrato in coma nell’estate del 2017 dopo un’aritmia accusata durante un’amichevole estiva tra Ajax e Werder Brema

Abdelhak Nouri è uscito dal coma. La bellissima notizia arriva direttamente dall’Olanda, che riporta i miglioramenti clini del giocatore classe ’97,  accasciatosi a terra nel luglio 2017 durante un’amichevole estiva tra Ajax e Werder Brema. Aveva avuto una brutta aritmia, che lo ha tenuto in coma per quasi tre anni. Ora è tornato dalla sua famiglia, come ha raccontato il fratello Abderrahim alla trasmissione De Wereld Draait Door.

“Ci prendiamo cura di lui, devo dire che da quando è tornato a casa sta molto meglio. Ha capito dov’è, mangia, dorme, fa i rutti, ma non può alzarsi dal letto. Dipende da noi, ma nei giorni buoni riusciamo a parlare con lui. A volte si commuove, ma spesso sorride. E in quelle occasioni apprezzi davvero l’importanza di un sorriso”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Io ho vissuto l era VINCENZO PAPARELLI ERO LI E NON SONO PIU ANDATO ALLO STADIO MA POI L ARRIVO DI BEPPE SIGNORI MI HA FATTO IMPAZZIRE E MI SONO..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da Oltre la Lazio