Resta in contatto

News

Strakosha: “Non abbiamo paura della Juventus”

Strakosha a LSR: "Non sarà facile ma non vediamo l'ora di ripartire"

Thomas Strakosha, ieri sera al Lazio Club Quirinale, ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio della sfida di sabato contro la Juventus

Il portiere della Lazio, Strakosha, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio

““L’affetto ci serve e ci dà carica per andare avanti, i tifosi ci sostengono allo stadio ma anche quando li incrociamo nel quotidiano; serate come questa non ci fanno altro che piacere, noi speriamo di dare loro sempre di più, sia in campo sia fuori.

Nessuna parata nelle ultime partite? Meglio, perché significa che non concediamo nulla agli avversari e torniamo a casa più sereni, ovviamente quando invece l’altra squadra riesce ad essere pericolosa io devi sempre farmi trovare pronto così da riuscire a ottenere il maggior numero possibile di clean sheet.

Sabato ci attende una sfida molto importante per il nostro cammino, sappiamo che ogni punto è prezioso ma non abbiamo paura di nessuno. Rispettiamo la Juventus, è una grande squadra, vorranno riscattarsi ma noi pensiamo a proseguire nel nostro cammino e dare il massimo.

Eventi come questo sono veramente belli, regalare un sorriso ad un bambino non è paragonabile con nulla al mondo e consente anche a noi di ricordarci come eravamo emozionati quando incontravamo un calciatore: è qualcosa di fuori da mondo. Stare con loro mi riempie il cuore”.

 

Clicca sul muro del tifoso e vota il Pallone d’Oro biancoceleste 2019:

Chi merita il Pallone d’Oro biancoceleste 2019? Scrivici il tuo voto

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "da juventino ho adorato Beppe Signori......è uno dei pochi calciatori di cui ho la maglia autografata......oggi Signori non avrebbe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News