Resta in contatto

News

Lazio – Torino, Inzaghi: “Spero che Ciro faccia meglio di Belotti domani”

Roma - Lazio, segui la conferenza di Inzaghi insieme a noi

Lazio – Torino, turno infrasettimanale per la decima giornata di Serie A. I biancocelesti sono chiamati alla prova di continuità dopo il successo di Firenze

Ad appena due giorni dal successo contro i viola all’Artemio Franchi di Firenze, la sfida Lazio – Torino è già alle porte.

Queste le parole dell’allenatore biancoceleste.

Un paio di giorni dopo l’analisi, quanto è importante la vittoria a Firenze?

“Abbiamo vinto una partita molto importante soprattutto per la classifica però nello stesso modo in cui abbiamo analizzato la partita di Glasgow, abbiamo analizzato questa. Abbiamo fatto qualche errore ma un’ottima partita con l’aggiunta che rispetto a Glasgow abbiamo avuto a disposizione solo l’allenamento di sabato e domenica mattina.”

Non è stato un segnale forte anche all’esterno? Qualche critica è arrivata.

“Penso che sia così per tutti gli allenatori, bisogna saperla accettare e vederla nel modo giusto. Fa parte del nostro lavoro ed è arrivata anche negli anni scorsi quando abbiamo fatto ottime annate anche in riferimento a chi giocava e chi no. Ogni allenatore deve andare avanti con le proprie idee cercando di fare meno errori possibili. Bisogna prendere sempre tante decisioni, bisogna avere fiducia in sé stessi.

Come affronterà la partita di domani? Immobile ha problemi al ginocchio, cosa farà con lui?

“Ad ora ho poche notizie perché abbiamo fatto il lavoro di scarico solo ieri. Quindi ieri ho visto solo i giocatori non impiegati a Firenze o chi è solo subentrato. Ora devo analizzare, vedere come hanno assorbito la fatica i ragazzi e quindi stasera avrò il quadro un pò più chiaro pur sapendo che alcuni hanno qualche acciacco”

Ci spiega il ruolo di Jony e la sostituzione di Milinkovic a Firenze?

“Jony ha tantissima voglia e capisce velocemente. Secondo me può fare bene il quinto ma è normale che abbia bisogno del suo tempo. Con il rientro di Lukaku e la presenza di Lulic può capitare che Jony possa fare la mezzala. Ad oggi sono contento di ciò che sta dando il ragazzo. La sostituzione di Parolo con Milinkovic, quest’ultimo era stanco dopo Glasgow e sapendo la pericolosità dei viola, ho voluto optare per Parolo per fronteggiare la Fiorentina.”

Cosa ne pensa della Lazio Ciro dipendente?

“Dobbiamo cercare di portare tanti uomini in avanti, ma è normale che Immobile sia il nostro bomber e punto di riferimento. Correa ha fatto 3 gol, poi tra pali, errori e miracoli dei portieri ne poteva fare di più. La nostra coppia è la seconda della Serie A. A loro poi si aggiunge Caicedo che si fa trovare sempre pronto.”

Cosa ne pensa del ritorno di Lukaku?

“Sono contento del ritorno di Lukaku e della sua prestazione. è un ragazzo con tante qualità.”

Cosa manca ancora a Berisha?

“Si sta proponendo e allenando nel migliore dei modi. Il suo problema è la concorrenza in quel ruolo. Milinkovic, Luis Alberto e Parolo sono i tre titolari, Cataldi è in continua crescita e Jony e Lazzari stanno lavorando bene. Starà a lui farsi trovare pronto e sfruttare bene le sue occasioni.”

Cosa è successo in occasione del rigore?

“Penso che Immobile sia il nostro rigorista, quando c’è lui il rigore può toccare a lui. Due anni e mezzo fa, il rigorista era Immobile ma tirò Keita perché lui stesso lo chiese. Questa volta è stato Caicedo a chiedere di calciare e Immobile non si tira indietro.”

Che importanza ha la partita di domani? Belotti e Immobile che importanza avranno visto che sono i due titolari della nostra Nazionale?

“La partita di domani è difficilissima perché il Torino è un avversario molto fisico. In questi anni ci ha sempre dato filo da torcere, e sono due anni che lavorano con Mazzari. Noi dovremo essere bravi e per quanto riguarda Belotti e Immobile sono due ottimi giocatori. Ho ottima stima per Belotti ma mi auguro che Ciro faccia meglio di lui.”

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Lo farà giocare?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma che te porti jella da solo? Questo è scemo bohh spero dice

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Altro da News