Resta in contatto

News

Gazzetta dello Sport: “Rigorista che segna, non si cambia”

Milan - Lazio, i 24 convocati di mister Inzaghi per questa sera

La Gazzetta dello Sport oggi parla dei rigori sbagliati quando a tirare non è lo specialista. La Lazio è presa d’esempio (negativo).

Non far tirare lo specialista porta sfortuna“. Con questo titolo nelle pagine intere la Gazzetta dello Sport analizza i rigori sbagliati dalle squadre di A quando dagli 11 metri non si presenta il tiratore designato. Gli esempi in negativo della Lazio e in positivo dell’Inter fanno scuola.

La rosea riporta le parole di Simone Inzaghi nel dopopartita di Firenze:

“Abbiamo vinto, ma quel rigore nel recupero lo deve calciare Immobile, non Caicedo. Se solo Ciro non fosse così generoso…”

Evidentemente la scottatura della trasferta di Bologna con l’errore di Correa ancora bruciava nella memoria del tecnico biancoceleste.

Diametralmente opposto lo stratagemma di Antonio Conte per i nerazzurri. Lukaku e Martinez si dividono equamente i tiri, in perfetta alternanza. Contro il Sassuolo ne hanno persino tirato uno per uno. Così entrambi sono sempre pronti ad assumersi l’onere. Due specialisti, rischi dimezzati.

 

Leggi anche:

Corriere dello Sport di Roma: “Ciro e basta”

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Secondo me si deve avere più di un rigorista in caso di infortunio o di cambio non si deve contare su un solo giocatore.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Vavro lì deve tirare i rigori!!! ??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Comunque, se non ricordo male, in una partita recente, due rigori per l’Inter tirati da Lukaku e lautaro …
Con Lukaku ancora in campo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Se anche vige questa regola di spogliatoio tira il migliore se in campo con tutto il rispetto che ho per caicedo Ottimo giocatore ?? e nostro ??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Mai. Ciro a vita.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ce l’hai sempre con lui ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

No perché sarebbe troppo facile così…. Un allenatore che non impone il rigorista.. Lasciamo stare

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

fate come ve pare…….ma basta che segnamo è vincemo SFL

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Decidono i giocatori di volta in volta…speriamo non facciano lo stesso sulle palle inattive, soprattutto sui corners contro…dove mi sembra ci sia qualche problemino…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Immobile fai gli scongiuri…

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News