Resta in contatto

Fotogallery

Rassegna stampa, le prime pagine sportive del 7 ottobre 2019

Rassegna stampa, Corriere dello Sport 7 ottobre 2019 - 2

Benvenuti alla rassegna stampa delle prime pagine dei quotidiani sportivi italiani: vediamo insieme come aprono i giornali di questo lunedì 7 ottobre 2019

Amiche e amici di Sololalazio.it, buongiorno e benvenuti alla rassegna stampa delle prime pagine dei quotidiani sportivi italiani.

Scorriamo insieme le aperture di Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport, Tuttosport e Quotidiano Sportivo: domina la vittoria della Juventus contro l’Inter, con il sorpasso di Sarri a Conte al primo posto.

Gazzetta dello Sport

“Juve, sorpasso in HD”, titola la rosea: il gioco di parole premia le firme sui gol di Dybala e Higuain. “La legge dei campioni” è l’editoriale che sottolinea il peso del successo ottenuto dai campioni d’Italia in carica a San Siro.

“Giampaolo, titoli di coda”: in casa Milan, la vittoria contro il Genoa rischia di non bastare all’allenatore rossonero. In pole c’è l’ex nerazzurro Spalletti, “ma va convinto”.

Spazio anche per la giornata emozionante di Sinisa: “Riecco Mihajlovic, Bologna e Lazio unite per lui in pellegrinaggio”.

Corriere dello Sport (edizione nazionale)

“Sarri al potere” è il titolone sul CorSport: “Serve una petizione?” è la domanda che apre l’editoriale di Ivan Zazzaroni. “Lazio, doppio Ciro nel giorno di Sinisa” è lo specchietto dedicato alla sfida di Bologna.

Focus anche sul Napoli “spento, non sa più segnare” e sulla Roma che “spara a zero” sull’arbitraggio di Massa contro il Cagliari.

Clicca qui per la prima pagina dell’edizione romana del CorSport.

Tuttosport

Il quotidiano torinese non può che lodare il 2-1 della Juventus contro l’Inter: “Che lezione a Conte!”. Accento anche sul Torino che ferma il Napoli e la vittoria dell’Atalanta che si prende il terzo posto in classifica.

Quotidiano Sportivo

Concludiamo la rassegna stampa con il QS: “Una Signora coppia”, quella formata da Dybala e Higuain decisivi al Meazza. Si parla anche della “bufera su Petrachi” e sulla frase del ds giallorosso: “Il calcio non è cosa per signorine”.

 

Guarda anche la prima pagina dell’edizione romana del CorSport:

Lazio, il CorSport s’interroga sul cambio di Bologna: “Perché ancora Ciro?”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Io ho vissuto l era VINCENZO PAPARELLI ERO LI E NON SONO PIU ANDATO ALLO STADIO MA POI L ARRIVO DI BEPPE SIGNORI MI HA FATTO IMPAZZIRE E MI SONO..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da Fotogallery