Resta in contatto

News

Mancini prima della partita: “In squadra i migliori centravanti che abbiamo”

Euro20, Mancini: "Peccato non disputarlo ma potrà essere un'occasione"

Nel prepartita di Armenia-Italia il ct Mancini ha parlato a Rai Sport. Questa la sua risposta ad una domanda sugli attaccanti.

Prima del fischio d’inizio di Armenia-Italia, il ct Roberto Mancini è stato intervistato da Rai Sport. Ha parlato dell’impegno odierno e del gruppo a sua disposizione. Quasi tutti i convocati per questi impegni formeranno il gruppo per gli europei.

Poi ad una domanda specifica sugli attaccanti, e sul punto di riferimento centrale che sembra ancora mancare alla squadra ha così risposto:

“I giocatori che abbiamo qua, compresi i centravanti, sono i migliori che abbiamo. La speranza è che arrivino a queste partite e all’Europeo in forma”.

La fiducia in Immobile e Belotti è quindi massima. Viste le scelte tecniche di formazione, è chiaro comunque come il torinista parta davanti nelle gerarchie.

Lo stesso Mancini, successivamente ha parlato anche della possibilità di rivedere Balotelli in azzurro.

“Spero che per lui possa essere un anno importante di rilancio totale. Dipende molto da lui. Se farà 25 gol, giocherà bene, andrà a pressare, lavorerà con la squadra e farà tutto quello che lui può fare a 29 anni, allora credo che possa avere delle possibilità”.

 

Leggi anche:

Farris sul derby: “Abbiamo un gioco fluido. Ora più concreti sotto porta”

4 Commenti

4
Lascia un commento

avatar
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Bernardeschi un bomber micidiale!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

DA QUANDO LASAGNA È MIGLIORE GI IMMOBILE! ????

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Mi dici che ca,,,,li chiami ha fare Acerbi e Immobile se poi non li metti in campo e già la seconda volta che l hai convocati e non li hai fatti giocare

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Ma hai giocato con una squadretta non ti allargare troppo

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Vederlo giocare segnare e Gioie ,per lu e per la Lazio"
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "grazie a Signori sono tifosa della Lazio... non vederlo mai alzare una coppa e festeggiare lo scudetto mi ha sempre lasciato un rammarico.... ..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News