Resta in contatto

News

Tare presenta Vavro: “Lo seguivamo da anni, sarà un punto di riferimento”

La Repubblica, Tare: "Proveremo a vincere lo scudetto"

Il direttore sportivo della Lazio ha presentato il difensore slovacco a Formello: le parole di Igli Tare in conferenza stampa

Accanto a Denis Vavro, nella conferenza stampa di presentazione del difensore slovacco, c’era anche Igli Tare. Il direttore sportivo della Lazio ha introdotto così il nuovo acquisto:

Era nel raggio della Lazio da più di 2-3 anni, dai tempo dello Zilina e poi nel suo percorso al Copenaghen. È stato un acquisto mirato, era previsto, sono molto contento che oggi faccia parte della nostra famiglia”.

“Ha delle caratteristiche molto importanti, non mi piace paragonarlo con altri suoi connazionali, ma sono convinto che farà un percorso di crescita importante nel calcio italiano e sono sicuro che sarà un punto di riferimento per questa squadra.

“Si è integrato subito bene nel gruppo, ha cercato di capire subito il nostro modo di giocare”.

“Dobbiamo essere pazienti con i giudizi, ne ho letti di affrettati sulla qualità dei giocatori, nessuno al mondo può dare giudizi dopo poche settimane. Diamo il tempo a questi nuovi giocatori di integrarsi nel modo giusto”.

 

Leggi anche:

Lazio, Mirra: “I biancocelesti non sono al 100% ma sono più forti”

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma chi? Ci vorrà il pallottoliere. E basta quando è troppo è troppo. Un mercato pessimo con scadenti giocatori escluso Lazzari a dispetto di un Patto siglato da Lotito che prevedeva l’innesto di 3-4 giocatori per poter competere per Champions e/o Campionato. Si poteva prendere (Izzo) Ansaldi (che poteva giocare ambodestro sulla difesa e anche centrocampista di Sx Baselli e Waldschmidt . Non vo siete regolati ed il prossimo anno ci sara’ l’anagrafica di Radi, Lulic, Leiva e Parolo. La fascia sx è spompata e Vavro come detto servirà il pallottoliere. Ma se Lotito vendesse la Società SS Lazio?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Tutti gli anni le stesse parole… hai stufato

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

?

Tiziana
Tiziana
1 anno fa

Non lo so

trackback

[…] le presentazioni in casa Lazio. Ieri è stata la volta di Vavro, oggi è il turno di Manuel Lazzari e Andrè Anderson. Segui con noi la conferenza stampa di questo […]

trackback

[…] Tare presenta Vavro: “Lo seguivamo da anni, sarà un punto di riferimento” […]

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Da anni? Addirittura?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Lo aspettavamo da anni…a vavro…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Burattino !!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

La. Cosa che mi fa più paura che sono le stesse parole della conferenza stampa di presentazione di durnisi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Per gli attaccanti avversari, pagliaccio

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News