Resta in contatto

Oltre la Lazio

Palermo retrocesso in Serie C: la sentenza di 1° grado. Playoff confermati

Palermo stemma

Il Palermo declassato all’ultimo posto in Serie B e retrocesso quindi in C. È quanto deciso dal Tribunale Federale Nazionale in primo grado, in accoglimento delle richieste della Procura federale. La decisione – ricorda Gazzetta.it – arriva sulla base delle irregolarità contabili riscontrate nella gestione Zamparini.

Lo stesso Tribunale ha invece dichiarato inammissibile il deferimento nei confronti dell’ormai ex presidente rosanero. Gli illeciti contestati a Zamparini, che andrà a processo il 2 luglio, avrebbero permesso il Palermo di iscriversi ai tre campionati che vanno dal 2015 al 2017. I siciliani possono adesso fare ricorso presso la Corte d’Appello Federale. Nessun rinvio per i playoff, lo ha comunicato la Lega Serie B con una nota ufficiale. I rosanero hanno chiuso la regular season di Serie B al terzo posto e avrebbero disputato, in teoria, gli spareggi per la promozione in A. Ma l’incubo adesso si chiama Serie C.

Come cambia la classifica in Serie B

Con il Palermo ultimo in classifica, a salire in zona playoff è il Perugia di Alessandro Nesta (arrivato nono). Per raggiungere le già promosse Brescia e Lecce in Serie A, le sfide preliminari diventano quindi Verona-Perugia e Spezia-Cittadella: in semifinale, la vincente della prima gara affronterà il Pescara, mentre il Benevento incontrerà una tra Spezia e Cittadella. In Serie C , oltre ai rosanero, retrocedono Carpi, Padova e Foggia: la situazione del Palermo non comporta quindi lo stravolgimento delle squadre declassate.

 

Leggi anche:

La lettera di Salvini: “Tifosi di Atalanta e Lazio, vi chiedo zero incidenti”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Noi tifosi non conosciamo mai bene un giocatore sotto il profilo umano e personale. Né si può giudicare la vita privata di nessuno tantomeno di un..."
Advertisement

Altro da Oltre la Lazio