Resta in contatto

News

Fuser: “Alla Lazio ho dato l’anima, ecco perché andai via”

L’ex capitano della Lazio, Diego Fuser, ripercorre la sua avventura in biancoceleste e il suo addio per giocare nel Parma

Con la Lazio ha fatto in tempo ad alzare la Coppa Italia del 1998 da capitano. Poi, dopo sei stagioni in biancoceleste, Diego Fuser lasciò Roma per sposare il Parma.

Nella Capitale ci sarebbe tornato nel 2001, stavolta sulla sponda giallorossa. Quello laziale rimane però uno dei capitoli più importanti della carriera dell’ex tornante.

Intervistato da IlPosticipo.it, Fuser ha ripercorso il momento in cui salutò la Lazio:

Rammarico per essere partito prima della vittoria dello Scudetto? Dico di no perché col Parma poi ho vinto di più (ride, ndr). Un po’ in realtà mi è dispiaciuto perché, quando ero arrivato io, la Lazio era una squadra rifondata, c’erano tanti giovani, la società puntava ad andare in Europa ma poi non ci riusciva. Con l’arrivo di Sergio Cragnotti è nata una nuova Lazio. Effettivamente sono partito nel momento più bello, ma ci avevo messo l’anima”.

Perché sono andato via? Non si respirava più una buona aria. Poi c’era un’offerta per me: il Parma mi cercava da un po’ di anni, ha avanzato una proposta allettante e la Lazio non ha fatto niente per trattenermi. Avevo 29 anni: forse la dirigenza ha pensato che magari a una certa età i giocatori iniziano a mollare fisicamente o sotto altri aspetti. Invece a Parma ho fatto tre anni bellissimi, mi sono tolto tante soddisfazioni e ho giocato con tanti campioni: era una grandissima squadra. Dopo la Lazio mi è andata bene”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News