Resta in contatto

News

Lazio, CorSport sulla crisi di Immobile: “In Coppa gli riesce tutto”

Lazio, Ciro Immobile

Lazio, Ciro Immobile cerca il riscatto nelle ultime tre partite di campionato e nella finale di coppa che vale una stagione

Si lecca le ferite, il bomber della Lazio Ciro Immobile, che ormai da troppo tempo non sta passando un periodo felice. I numeri sono evidenti: 10 gol nel girone d’andata e appena 4 in quello di ritorno. È su di lui che si concentra il Corriere dello Sport oggi in edicola.

Il rendimento non soddisfa prima di tutto un giocatore capace di segnare 41 gol in una stagione. Lo scorso anno, a questo punto del campionato, Ciro Immobile si trovava a lottare con Mauro Icardi per il titolo di capocannoniere della Serie A, e con Messi per quello della Scarpa d’Oro.

Sfortuna e non solo per Ciro

In questa stagione il bomber biancoceleste non è riuscito a replicarsi, complice la sfortuna (9 pali colpiti). In campo non è sereno, specialmente nella seconda parte della stagione è apparso discontinuo e in affanno.

Trascinatore di coppa: gol e assist al servizio della squadra

Il modo di salvare la sua stagione e quella della Lazio c’è ed è quello che si augurano tutti i tifosi: vincere la finale di Coppa Italia il 15 maggio contro l’Atalanta di Gasperini. Questa competizione è stata spesso il terreno di caccia di Ciro Immobile, dove ha sfornato sempre ottime prestazioni.

Di fatto è stato lui il trascinatore della squadra fino alla finale, dove ha segnato ai quarti contro l’Inter a San Siro e ha servito l’assist a Correa in semifinale contro il Milan. In coppa è un altro Ciro, identico a quello dello scorso anno, corre, lotta ci mette il cuore e i risultati si sono visti.

In una stagione amara come questa, vincere la Coppa Italia potrà aiutare a tenere lontane le polemiche, ma per cambiare la storia di questa annata servirà il miglior Ciro Immobile. Il bomber è impaziente e vuole a tutti i costi regalare una gioia ai suoi tifosi dopo l’ennesima qualificazione Champions mancata.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News