Resta in contatto

Storie di Polisportiva

Lazio Nuoto, con la Florentia una sfida che vale i play-off e… la salvezza

La Lazio Nuoto è pronta per ricominciare e vuole stupire ancora

La Lazio Nuoto è chiamata alla trasferta in casa della Florentia: una sfida fondamentale per la zona play-off, ma anche per la salvezza – di Giorgio Bicocchi

Si può entrare in vasca giocando per la conquista dei play-off e della salvezza? Situazioni che non si dovrebbero elidere ma che invece – per la compressione della classifica di A1 – riguarderanno sabato pomeriggio la Lazio Nuoto.

Il Settebello biancoceleste sarà infatti di scena a Firenze per affrontare la Florentia, appollaiata – come la Lazio, la Roma e il Quinto – al sesto posto della graduatoria. Una sorta di predellino che, al termine della stagione regolare, fa però approdare alla Final Six scudetto.

La classifica è cortissima

Il problema è che questo poker di squadre precede di due soli punti la zona minata, quella che invece scaraventa pericolosamente nei play-out per la salvezza. Insomma, avrete certamente capito l’importanza della gara che si giocherà domani pomeriggio alla Piscina Nannini, tana della formazione toscana.

La Lazio Nuoto ha vinto l’ultima partita due mesi fa, spedendo in archivio una favolosa vittoria nel derby contro la Roma. Da allora sconfitte in serie, qualcuna oggettivamente evitabile come quelle patite contro Catania, Trieste e Canottieri Napoli.

Così la classifica – che pure due mesi fa splendeva, con la Lazio sesta da sola e dunque in zona play-off – si è di nuovo incupita. Con tutti i brutti pensieri a corredo.

La sfida con la Florentia vale doppio

Servirebbe un bel blitz contro la Florentia per risorgere. Soprattutto per allontanarsi per sempre dalla zona minata (al termine della stagione regolare mancano solo tre gare), strizzando l’occhio nuovamente al sesto posto alla vigilia di una gara al Foro contro il Savona rigorosamente da 3 punti.

L’incrocio di Firenze, però, è infido perché la Florentia nutre le nostre stesse speranze. Il coach Sebastianutti infonde calma e sicurezza al suo gruppo. Che però è a secco di successi da oltre due mesi e tranquillo e spensierato, a conti fatti, non può certo essere.

Sarà un pomeriggio lungo quello che vivranno a Firenze le Aquile della pallanuoto. Non si può perdere alla Nannini, soprattutto per non gettare alle ortiche quanto di buono espresso per larga parte della stagione.

Pensiamo positivo, però: chissà che la Lazio non si desti, uscendo prepotentemente dalla crisi. Timbrando la salvezza – quasi matematica – e sognando nuovamente il magico accesso tra le sei elette della pallanuoto italiana.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Beppe Signori, per me 'Ronaldo bianco', è stato uno dei più grandi giocatori biancocelesti della storia; L'unica sfortuna di questo ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Tutto giusto cara Rita.... Anni IRRIPETIBILI e squadra INARRIVABILE"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Grande, antiromanista, unico"

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile fa 150 e la vetta è sempre più vicina…

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da Storie di Polisportiva