Resta in contatto

News

Milan-Lazio, Gattuso: “Oggi c’è poco da analizzare. La Lazio ha meritato”

Panchina Lazio, Gattuso: "La voglia c'è ma un club deve sceglierci"

L’allenatore del Milan Gennaro Gattuso ha parlato su Rai Sport nel dopo gara. Ha provato a spiegare il momento della sua squadra.

Nel primo tempo siamo stati bene in campo, poi nel secondo è venuta fuori la Lazio. Oggi c’è poco da analizzare La Lazio ha meritato. Nei primi dieci minuti del secondo tempo abbiamo subito troppo e fatto poco movimento.

Il nostro momento è così. Stiamo facendo fatica, ma bisogna voltare pagina. Domenica è da dentro o fuori. Dobbiamo avere la lucidità per capire cosa ci sta succedendo. Oggi il pubblico meritava qualcosa in più. A volte quando si fanno dei cambi è soprattutto per cercare qualcosa di diverso in avanti. Si cercano nuove soluzioni. Da un mese facciamo fatica e non è solo una questione fisica, ma anche di testa. Stiamo facendo tutti al disotto delle nostre possibilità. Nel primo tempo siamo stati ordinati, ma dopo siamo calati e loro sono stati superiori. Con grande fatica al livello fisico, mentale e tattico, oggi abbiamo provato qualcosa di diverso, ma non è bastato.

Ho provato con le due punte, ma non è il modulo che non funziona. Tutta la squadra fa fatica perché siamo in una fase di involuzione di gioco incredibile. Giochiamo con il freno a mano tirato. E stiamo pagando. Oggi abbiamo provato a giocae alla morte da subito, ma poi ci hanno messo in difficoltà. Dobbiamo capire cosa non sta funzionando. Ci assumiamo le responsabilità della figuraccia di stasera. Ora testa a domenica sera.

Oggi abbiamo facilitato la Lazio ad uscire dal loro momento di difficoltà. Noi dovremo uscirne a nostra volta al più presto, per giocarci il finale di stagione. Sarà importante recuperare energie e non perdere tempo a cercare colpe a destra e sinistra. Dobbiamo metterci la voglia“.

 

Gattuso ha anche parlato dell’assenza importante di un suo uomo chiave, ma non ha cercato alibi per il momento della squadra.

“Paquetà è un giocatore importante per noi. Ma era tutta la squadra che prima funzionava bene e ora è involuta tatticamente e mentalmente. Facciamo una fatica incredibile. Lui sicuramente è stato una perdita importante e ora speriamo che recuperi per queste ultime partite e ci possa dare una mano ma la squadra deve reagire e fare di più.

Oggi avevamo contro giocatori come Correa e Immobile e quando si gioca in campo aperto con gente di quel calibro bisogna fare attenzione. Altrimenti rischi. E noi in questo periodo stiamo pagando tutto a caro prezzo. Io quando scelgo non ho l’imposizione di nessuno. Oggi abbiamo sbagliato approccio, non ne farei una questione tattica. Il primo tempo non è stato neanche così tanto male. Il secondo invece pessimo. Di sicuro mi sarei immaginato una partita diversa. Volendo potrei provare qualsiasi cosa al livello tattico. Ma non penso che il problema sia quello. La fatica più grande è l’aspetto mentale. Non serve focalizzarsi solo sugli attaccanti, sulle mezze punte o sulla difesa a tre“.

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
13 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande Signore

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sempre grande Ringhio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Bravo Gattuso sei una persona onesta riconoscendo la qualità che si è vista in campo ieri sera

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Falso rosicone

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande Ringhio….!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Peccato che alcuni “uomini”della sua squadra non riescano a prendere esempio da lui. Bravo Ringhio.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

ringhio da campo da dentro capisce tutte sfaccettature dinamiche ..un grande

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Onore a te Ringhio ??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Complimenti mister per la sua onestà

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande RINGHIO

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sospendiamola vi prego…!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Una Lazio Superlativa

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Meritava di vincere anche in campionato

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News