Resta in contatto

News

Rassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani sportivi (FOTO)

Rassegna stampa di mercoledì 17 aprile, le prime pagine dei principali quotidiani nazionali ed europei.

La rassegna stampa di oggi è sostanzialmente monotematica. Il tonfo della Juventus in casa, nel match di ritorno dei quarti di Champions contro l’Ajax e la conseguente eliminazione è la notizia che ha fatto il giro di mezza Europa.

Il corriere dello sport, con una foto di Cristiano Ronaldo con le mani tra i capelli, definisce “Apocalisse” la Juve fuori dalla Coppa. La Gazzetta dello sport gli fa eco con “Fine corsa“. Tuttosport, invece, mette in risalto la bravura degli olandesi con “Grande Ajax, giusto così”. Poi aggiunge sotto “Allegri: ‘Io Resto’ “. Nel sottotitolo riporta la notizia che gli Agnelli non avrebbero intenzione di mandar via il tecnico. E lui non pare voglia lasciare.

Anche sul Quotidiano Sportivo campeggia la foto di uno sconsolato Ronaldo sopra il titolo “Povero Cristiano“. Sullo stesso QS, in alto, al pari di Gazzetta e Corriere (in basso), si trovano dei riferimenti alle decisioni del giudice sportivo. “Bakayoko-Kessie, il caso allarma il Milan” scrive la rosea, che poi aggancia una notizia di mercato: “Leonardo tratta Thauvin“. “Caos Milan, no prova TV“, dice invece il secondo, specificando, nelle poche righe sottostanti, che la procura federale ha comunque aperto un’indagine sulla questione.

Nell’edizione romana del corsport, sotto il titolo principale, che è lo stesso della nazionale, trova spazio il recupero di Lazio-Udinese in programma oggi alle 19:00. “Ciro più Caicedo, Lazio all’assalto” dice il quotidiano. Inzaghi in conferenza ha dichiarato: “Pensiamo solo al campo“.

La stampa straniera

Come detto, l’eliminazione della Juventus ha fatto parlare anche fuori dall’Italia. Marca e Mundo Deportivo, hanno dei richiami in prima. Invece A Bola e As aprono le rispettive testate con il titolo principale sul clamoroso risultato. Rispettivamente con “Os netos de Cruyff” (I nipoti di Cruijff) e “El Ajax echa a Cristiano” (L’Ajax caccia via Cristiano) celebrano l’impresa dei giovani lancieri e sottolineano il fallimento del talento portoghese.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News