Resta in contatto

Oltre la Lazio

Serie A, i risultati della 25ª giornata: Var protagonista al Franchi

Serie A, Emilia Romagna dal 4 maggio ok agli allenamenti nei centri sportivi

Serie A, i risultati della 25ª giornata

Vittoria a fatica per la Juventus, in questa 25ª giornata di Serie A. I bianconeri espugnano il Dall’Ara, ma con il Bologna di Sinisa Mihajlovic è un successo di misura: l’1-0 bianconero arriva al 67′ e porta la firma di Paulo Dybala.

Quella tra rossoblù e la Vecchia Signora era uno dei tre incontri di Serie A delle ore 15. Negli altri sono arrivati due pareggi: tra Sassuolo e Spal finisce 1-1, con Andrea Petagna che al 68′ risponde al gol siglato al 43′ da Federico Peluso. Reti inviolate invece tra Chievo e Genoa, che al Bentegodi non vanno oltre lo 0-0.

Nell’anticipo delle 12.30, la Sampdoria aveva regolato il Cagliari: il rigore trasformato al 66′ da Fabio Quagliarella vale l’1-0 per i blucerchiati. Nella sfida delle 18, il Napoli ha calato il poker in casa del Parma: un 4-0 opera di Zielinski (18′), Milik (36′ e 73′) e Ounas (82′).

Spettacolo al ‘Franchi’ di Firenze: finisce 3-3 tra Fiorentina e Inter. Il match parte in salita per i nerazzurri, passati in svantaggio dopo soltanto 17 secondi: palla a centrocampo, lancio per Chiesa e autogol di De Vrij. Vecino, ex di turno, e Politano ribaltano la situazione prima dell’intervallo. Nella ripresa Perisic cala il tris su rigore chiamato dal Var, che annulla anche il gol del possibile 2-3 a Biraghi. I viola riaprono la gara a un quarto d’ora dalla fine con una punizione di Muriel da 30 metri e trovano il gol del pareggio al 97′ con un rigore di Veretout.

Ancora da stabilire, come sapete, la data di recupero di Lazio-Udinese mentre qui i risultati degli anticipi di venerdì e sabato.

La classifica

Juventus 69
Napoli 56
Inter 47
Milan 45
Roma 44
Lazio 38*
Torino 38
Atalanta 38
Sampdoria 36
Fiorentina 36
Sassuolo 31
Parma 29
Genoa 29
Cagliari 24
Spal 23
Udinese 22*
Empoli 21
Bologna 18
Frosinone 16
Chievo 10

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Non sarebbe durato un solo giorno con questa Società. Lui,uomo onesto e vero."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Oltre la Lazio