Resta in contatto

Oltre la Lazio

Superlega, continua la polemica. Perez: “Comportamento malsano della UEFA”. Ceferin: “Siete come i terrapiattisti”

Non accenna a sopirsi la polemica tra big club e UEFA sulla Superlega. Volano parole forti da entrambe le parti.

La Superlega è svanita, per ora, ma gli strascichi di polemiche proseguono imperterriti. I big club insistono sul progetto e accusano la UEFA di voler manipolare l’opinione pubblica. Drastica la risposta di Ceferin: “Ognuno dovrà subire conseguenze”.

Il presidente del Real Madrid Florentino Perez ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano AS: “La Superlega esiste con i partner che la compongono. Ci siamo solo concedessi qualche settimana di pausa, per riflettere. Alcune persone non vogliono perdere i loro privilegi e hanno manipolato il progetto. Il presidente della UEFA ha avuto un comportamento malsano. Volevamo discutere i dettagli con la UEFA, ma non ci hanno nemmeno dato il tempo.

Non è vero che la Superlega vada contro i campionati nazionali, né che sia un sistema antimeritocratico o esclusivo. È stato tutto manipolato. Secondo noi deve partire il prima possibile. Bisognarà spiegare  il progetto a quelle persone in buona fede, che sono state manipolate da chi non voleva far altro che difendere i propri privilegi“.

Sul Daily Mail sono riportate invece le dichiarazioni del numero uno del calcio europeo: “C’è una netta differenza tra i club inglesi e gli altri sei. I primi hanno ammesso l’errore e si sono subito tirati indietro. Ci sono tre gruppi in questi dodici club: i sei inglesi, poi gli altri tre (Atletico Madrid, Milan e Inter, ndr) e poi quelli che considerano la terra piatta e pensano che la Superlega esista ancora (Real Madrid, Juventus e Barcellona). E tra questi tre gruppi c’è una grande differenza. Tutti, comunque, saranno ritenuti responsabili. In che modo poi lo vedremo“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Ruggero
Ruggero
10 giorni fa

È un colpo di stato devono essere sospesi per almeno 3 anni dalle competizioni UEFA e nei campionati nazionali retrocessi in B Inoltre da oggi devono avere i conti in regola altrimenti non possono fare mercato, anzi per portare i conti in pari dovranno vendere e giocare con quello che resta, basta privilegi, Arbitri a favore, giornalisti venduti che li difendono, lo sport de essere pulito e vincere chi è più forte sempre non chi ha più soldi come gli sport americani. Qui vale la legge chi è più furbo e più corrotto vince, è stato radiato moggi ma non… Leggi il resto »

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Avevo 12 anni ero uno che quando segnava chinaglia urlavo e piangevo di gioa ,avevamo vinto due anni prima lo scudetto e appena quattro anni prima ero..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile aggancia Piola. Anzi no…! Ecco quanto manca

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da Oltre la Lazio