Resta in contatto

Approfondimenti

Derby, quella di Luis Alberto è l’ottava doppietta per la Lazio

Per l’ottava volta ieri un laziale ha siglato una doppietta in un derby. Quella di Luis Alberto è la seconda nel nuovo millennio.

A distanza di quasi quattro anni dall’ultima volta, un calciatore della Lazio torna a fare doppietta in un derby. Luis Alberto ieri ha replicato quando fatto da Keita il 30 aprile del 2017 ed è diventato l’ottavo doppio marcatore per i biancocelesti nella storia delle stracittadine.

Questo è quanto emerge ripercorrendo a ritroso nel tempo, i tabellini dei 176 incontri ufficiali, in campionato e in Coppa Italia, tra le due squadre capitoline dal 1929 a oggi. Il primo, in realtà, fu Demaria, l’11 marzo del 1934. Questi però in quell’occasione mise a segno addirittura una tripletta (l’unica per i laziali), permettendo la rimonta delle aquile da 3-0 a 3-3. Poi Busani nel giugno del ’40 siglò due reti contro i cugini, ma in una amichevole (quella lo era per davvero).

Il conto vero e proprio, quindi, parte dal 16 marzo 1941. Silvio Piola stese i giallorossi con due reti, al 43° e all’80°. Puccinelli lo imitò dodici anni più tardi, seguito da Burini nel ’55 (1-3 il finale) e Tozzi nel ’58 (2-3), in quel cammino della prima Coppa Italia del dopoguerra, che fu vinta proprio dalla Lazio.

Ventisei anni dopo D’Amico fece ammattire i lupacchiotti nel primo tempo di una sfida che però terminò 2-2, dopo la rimonta firmata Di Bartolomei e Cerezo. Il 28 novembre 1998 Roberto Mancini regalò due gioielli dei suoi in un rocambolesco 3-3. E queste sono anche le uniche due volte in cui a una doppietta non è corrisposta una vittoria della prima squadra della Capitale.

Ritornando a ieri, c’è anche una ciliegina sulla torta. Con la sua doppia firma il mago di San Josè del Valle ha reso la Roma la sua vittima preferita (3 reti in totale).

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Altro da Approfondimenti