Resta in contatto

Rubriche

Lazio, contro il Milan un altro tabù da sfatare… #DiamoINumeri

Lazio, il Milan in netto vantaggio negli scontri diretti. Si punta sul fattore Inzaghi e ora #DiamoINumeri

A cura di Daniele Caroleo

Dopo la recente sfida con il Napoli, ecco un’altra partita che potrebbe essere considerata, a ragion veduta, una sorta di tabù per la Lazio. Contro il Milan, infatti, i biancocelesti hanno perso ben 66 sfide in Serie A (a fronte di 29 vittorie capitoline e 59 pareggi) nei 154 precedenti complessivi. Solo contro la Juventus in biancocelesti hanno subito più sconfitte nella massima serie nostrana, mentre la formazione rossonera è quella contro cui la Lazio ha pareggiato più gare nella sua storia in Serie A.

Inoltre, nelle ultime 30 sfide di campionato tra le due compagini allo Stadio San Siro, il Milan è rimasto imbattuto per 29 volte, perdendo solo la partita più recente: quella del 3 novembre 2019, terminata 2 a 1 per la squadra di Simone Inzaghi grazie alle reti di Immobile (al 25’) e Correa (all’83’), che risposero allo sfortunato autogol di Bastos (al 28’). Una vittoria preceduta, solo alcuni mesi prima (24 aprile 2019), da quella nella semifinale di ritorno della Coppa Italia, conquistata grazie al gol di Correa (al 58’). A difendere i pali della porta rossonera, inoltre, c’era Pepe Reina, oggi portiere della squadra biancoceleste. Per altro, anche alla luce di questi dati, la Lazio non ha mai vinto due trasferte di fila contro il Milan in Serie A, ed in casa dei rossoneri, i biancocelesti hanno vinto, in totale, solo 10 volte, contro i 44 successi della compagine meneghina.

Per quanto riguarda i bomber del confronto, con 16 reti realizzate troviamo Silvio Piola in testa a questa speciale graduatoria. Seguono, poi, Shevchenko con 13 reti, ed i milanisti Boffi e Nordhal ed il laziale Giordano con 9 centri. Tra i giocatori attualmente presenti nella rosa della Lazio, i più prolifici in questa sfida sono, manco a dirlo, Ciro Immobile, con 4 reti, seguito a ruota da Correa e Parolo a quota 3.

Ed in tal senso, ci sarebbe da sottolineare che da inizio ottobre, il nostro Ciro ha segnato ben 12 gol in 13 partite giocate in tutte le competizioni: tra i giocatori dei 5 principali campionati europei hanno fatto meglio solo Lewandowski (19 reti), Haaland (14), Salah e Cristiano Ronaldo (13 entrambi).

La partita di mercoledì sera al Meazza, però, è soprattutto la sfida tra i due tecnici, Simone Inzaghi e Stefano Pioli. L’attuale allenatore biancoceleste iniziò la sua carriera sulla panchina della Lazio proprio in sostituzione di Pioli, esonerato. Da allora, i due, che per altro si stimano tantissimo, si sono affrontati 9 volte (Pioli è il terzo allenatore che Inzaghi ha incontrato più spesso, dopo Gattuso e Gasperini), con un bilancio certamente positivo per il tecnico piacentino: 5 successi, contro 2 pareggi e 2 vittorie dell’attuale allenatore del Milan.

E proprio in merito a questa sfida nella sfida, c’è da sottolineare un particolare piuttosto curioso: il primo e l’ultimo incrocio tra i due allenatori si è infatti concluso con il medesimo risultato, cioè 3-0. Si è passati infatti dalla partita vinta dall’Inter il 21 dicembre del 2016 (quando Pioli era l’allenatore dei nerazzurri) e si è arrivati all’ultimo scontro tra la Lazio ed il Milan, allo Stadio Olimpico, il 4 luglio 2020, con i rossoneri vittoriosi grazie alle reti di Calhanoglu, Ibrahimovic e Rebic.

Vedremo cosa accadrà mercoledì sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Altro da Rubriche