Resta in contatto

News

Zenit-Lazio, Inzaghi: “I ragazzi mi danno sempre tutto. Ottimo punto”

Lazio, Inzaghi: "I biancocelesti al top a metà giugno"

Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi applaude la prestazione dei suoi nel post partita di Zenit – Lazio.

La sfida di Champions League Zenit-Lazio si è conclusa 1-1 con la reti di Erokhin e Caicedo. La distanza tra le due squadre nel girone è invariata. In attesa della sfida tra Bruges e Borussia Dortmund, i capitolini restano al primo posto del girone.

A fine partita il tecnico Simone Inzaghi si è fermato ai microfoni di Lazio Style Radio:

Per noi Caicedo è molto importante, non sta bene fisicamente, ma quando entra è sempre una garanzia. Oggi un punto d’oro contro una buona squadra e con tante difficoltà. Domenica arriva la Juventus, mi auguro di poter recuperare qualcuno, anche perché altrimenti sarebbe la settima partita in venti giorni con solo tredici giocatori disponibili.

Il Borussia è la favorita del girone, ma Bruges e Zenit sono due squadre molto ben preparate. Abbiamo il vantaggio di affrontarli in casa e di non aver perso contro di loro. Questo è un momento non felice, i calciatori sono contati. Ho la grande fortuna di avere ragazzi che mi danno tantissimo dentro e fuori dal campo”.

Queste invece le parole del tecnico a Sky Sport:

“E’ una grande soddisfazione avere un gruppo come questo, è difficile chiedere qualcosa in più. Abbiamo fatto due trasferte complicate, a Bruges eravamo 13 mentre oggi Ramos aveva problemi fisici e gli ho chiesto uno sforzo. Ringrazio tutti e faccio loro i complimenti. All’intervallo chiedevo di più ma so che tutti stanno dando il massimo.

Inchiesta? Posso parlare del campo: siamo in gravi condizioni, ma penso che stasera abbiamo giocato bene e con i vari Immobile, Alberto, Strakosha, avremmo potuto vincere. Caicedo? Penso che sia un premio meritato per lui per quello fatto in tre anni con me, è un bravo ragazzo e ben voluto da tutti i compagni. Sta convivendo da diverse settimane con un problema alla spalla e spero che dopo la sosta possa risolverlo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile torna al gol, doppietta contro il Benevento

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da News