Resta in contatto

Settore giovanile

Enzo Adeagbo, il nuovo “Consiglio del Fabregas”

Il “Cosiglio del Fabregas” di questa settimana la Lazio ce lo ha in casa. È Enzo Adeagbo, arrivato a zero nell’ultimo mercato.

Nome: Enzo Adeagbo
Data di nascita: 11/01/2002
Altezza: 189 Cm.
Piede: Destro
Ruolo: Difensore centrale/ terzino destro
Club: S.S. Lazio

Arrivato a parametro zero alla Lazio nell’ultima campagna acquisti, il longilineo difensore centrale classe 2002 di passaporto svizzero, ha subito lasciato una buona impressione all’esordio nel campionato primavera in occasione della partita contro il Sassuolo. Nonostante il pareggio Enzo è stato senza ombra di dubbio uno dei migliori in campo, evidenziando sicurezza nei propri mezzi tecnici (buoni) e una forte personalità.

Viste le buone doti del centrale laziale, sorprende veramente come Adeagbo non sia stato ancora convocato nelle nazionali giovanili svizzere pur avendo fatto parte di una delle migliori academy elvetiche come quella del Servette.

Caratteristiche tecniche e tattiche:

Adeagbo è un difensore centrale che colpisce immediatamente per la sua considerevole altezza che sfiora i 190 cm. Valido tecnicamente, aggressivo in marcatura e bravo in entrambe le fasi. Uno dei pezzi forti del suo repertorio tecnico è il lancio lungo, molto preciso, che gli permette di ribaltare velocemente l’azione sul fronte offensivo.

Forte nel gioco aereo, ha uno spiccato senso della posizione e un notevole capacità di anticipo, qualità che compensano la sua non elevata velocità (soprattutto nei primi metri di corsa). In possesso di un discreto controllo di palla, elegante nelle movenze, ha una buona visione di gioco e soprattutto una spiccata personalità che gli consente di trasferire tranquillità all’intero reparto arretrato.

Aggressivo in marcatura, energico nei tackle, tatticamente il suo ruolo è quello di centrale difensivo di destra, ma al suo esordio con la primavera della Lazio Enzo è stato impegnato sul centrosinistra al fianco di Damiano Franco un suo punto di debolezza è la struttura muscolare che ha bisogno di margini di crescita che possono renderlo ancora più dominante nei duelli spalla a spalla e nei contrasti.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Infatti abbiamo preso quattro gol dalla roma.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Si ieri gli so passati 20 volte gli attaccanti della primavera della Roma…meno male che lo consiglia fabregas

Gregorio
Gregorio
5 mesi fa

Oggi disastroso nel derby, giocatore mediocre

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da Settore giovanile