Resta in contatto

News

Cremonese, il Ds Bonato a SLL: “Proveremo a rendere difficile la gara alla Lazio. André Anderson? Prematuro parlarne”

Lazio-Cremonese, ci siamo! Il giorno degli Ottavi di Finale di Coppa Italia è arrivato. In esclusiva ai nostri microfoni ha parlato il Ds della Cremonese Bonato.

Il Ds della Cremonese, Bonato, è intervenuto ai microfoni di SololaLazio.it, per parlare della partita di questa sera.

Direttore che partita si aspetta?

Siamo molto contenti e orgogliosi di essere arrivati a questo punto della competizione, affrontando una grande squadra come la Lazio. Sappiamo la forza dei biancocelesti, stanno vivendo un momento straordinario, frutto anche delle dieci vittorie consecutive in campionato. Il nostro obiettivo è quello di rendere difficile la gara ai padroni di casa”.

Si aspetta una Lazio appagata dal cammino in campionato, magari un po’ di stratta dalla sfida con la Sampdoria, oppure una squadra concentrata sulla partita odierna?

Credo che nelle fila della Lazio ci sarà un po’ di turnover, Inzaghi metterà dentro qualche giocatore che ha giocato poco in queste settimane. Non troveremo una squadra distratta, bensì, un gruppo con la voglia di continuare a vincere”.

Dovrebbe partire dal primo minuto Ciro Immobile, che altro si può dire di questo giocatore?

Ha trovato a Roma la giusta dimensione, sta segnando tantissimo. C’è da fare i complimenti al ragazzo, al mister che lo mette nelle condizioni di segnare e alla società per aver creduto nelle sue qualità”.

Nelle ultime settimane alla Cremonese è stato accostato il nome di André Anderson…

Al momento è prematuro parlare di mercato, dopo la gara di Coppa Italia faremo il punto della situazione con il nostro nuovo allenatore, per vedere quale inserimenti fare nella nostra rosa”.

 

Leggi anche:

Coppa Italia, Lazio – Cremonese: le probabili formazioni

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Non sarebbe durato un solo giorno con questa Società. Lui,uomo onesto e vero."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News