Resta in contatto

News

Coppa Italia, Lazio – Cremonese: le probabili formazioni

Finale Coppa Italia, tanti i volti noti ai biancocelesti all'Olimpico

Oggi alle 18, all’Olimpico, inizia il cammino della Lazio in Coppa Italia contro la Cremonese. Queste le probabili formazioni.

I Campioni tornano in campo. Il percorso della Lazio in Coppa Italia inizia oggi dagli ottavi contro la Cremonese, primo avversario nel cammino per difendere il titolo vinto a maggio. Fischio d’inizio all’Olimpico alle 18:00.

Inzaghi opterà quasi certamente per un ampio turn over. In porta chance per Proto. Davanti a lui confermato Acerbi, con Basto e Luiz Felipe. Ma occhio a Vavro che potrebbe essere inserito all’ultimo o, comunque, a gara in corso. In mezzo al campo staffetta in programma tra Milinkovic e Luis Alberto. Con lo spagnolo favorito per partire dal primo minuto. Sulle fasce Jony e Patric faranno rifiatare Lulic e Lazzari. Il bosniaco, per altro, non ci sarà nemmeno contro la Samp sabato per squalifica. Occasione propizia per riprendersi al meglio dopo aver stretto i denti col Napoli. Cataldi in regia e Parolo mezzala completano il reparto. Davanti possibile la conferma di Immobile. Da capire se alle sue spalle agirà Berisha, in un ruolo più offensivo rispetto al solito, o se ci sarà una possibilità dall’inizio per Adekanye.

Gli ospiti, stando alle parole di mister Rastelli, garatiranno massimo impegno per onorare la sfida, nonostante l’evidente differenza di caratura tecnica tra le squadre. L’undici di partenza, comunque, in vista dell’importante match di campionato contro il Venezia nel prossimo week-end, sarà rimaneggiato. “Dovrò stare attento al minutaggio dei giocatori – ha dichiarato ieri l’allenatore in conferenza – alcuni non sono in grado di disputare due match così ravvicinati”.

Al netto dei dubbi, questi dovrebbero essere gli schieramenti iniziali:

Lazio (3-5-1-1)

Proto; Bastos, Acerbi, Luiz Felipe; Patric, Parolo, Cataldi, Luis Alberto, Jony; Berisha, Immobile.

A disposizione: Guerrieri, Silva, Vavro, Lazzari, Milinkovic, A.Anderson, Adekanye.
Allenatore: Simone Inzaghi.

Cremonese (3-5-2)

Agazzi; Ravanelli, Caracciolo, Terranova; Zortea, Gustafson, Deli, Castagnetti, Migliore; Palombi, Ceravolo.

A disposizione: Ravaglia, Volpe, Arini, Valzania, Boultam, Ciofani, Bignami, Bianchetti, Girelli, Renzetti, Bia.
Allenatore: Massimo Rastelli

 

Leggi anche:

Escalante, controlli strumentali con la Lazio

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Io ho vissuto l era VINCENZO PAPARELLI ERO LI E NON SONO PIU ANDATO ALLO STADIO MA POI L ARRIVO DI BEPPE SIGNORI MI HA FATTO IMPAZZIRE E MI SONO..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News