Resta in contatto

Video

Acerbi e i suoi simili, le bombe dalla distanza da chi meno te l’aspetti

Lazio - Torino, Francesco Acerbi, Adam Marusic e Sergej Milinkovic

Quello di Acerbi di ieri sera è un gol di rara bellezza. Ma di bombe da lontanto ce ne sono state altre negli anni passati. Scopriamo quali.

Non capita tutti i giorni di fare un gol così“.  Sopratutto se di ruolo fai il difensore centrale. “Questo è stato il mio gol più bello“, ha dichiarato nel dopo partita Francesco Acerbi. Ieri la sua bordata dalla distanza ha sbloccato il match col Torino. Una rete di rara bellezza, che si aggiunge ad altre bombe da lontano tirate da chi meno ci si aspetta.

Un capolavoro balistico del genere mescola tecnica, potenza e precisione. Per questo lascia ancora più esterrefatti se a realizzarlo è chi, normalmente, in campo fa di tutto, meno che tirare in porta. Ecco allora alcuni laziali che, prima del numero 33, sono finiti inaspettatamente nelle cineteche dei gol spettacolari.

 

29-04-2001, Roma – Lazio, Castroman

Una rimonta nel derby compiuta proprio a tempo scaduto. L’argentino Castromàn entra nei cuori biancocelesti beffando i cugini che pensavano di aver vinto.

 

10-12-2006, Lazio – Roma, Ledesma

Ancora un derby, questa volta vinto. Lo sblocca Cristian Ledesma con un esterno sinistro, praticamente da fermo, che si infila all’angolino.

 

6-5-2012, Atalanta – Lazio, Cana

Allo stadio Atleti azzurri d’Italia Lorik Cana si trasforma in Hulk. Prima recupera di forza il pallone a metà campo. A spallate resiste a un difensore. Poi si sposta la palla sul destro ed esplode un mezzo collo-esterno che finisce sotto l’incrocio.

 

8-5-2013, Inter – Lazio, Onazi

Il sigillo su una vittoria sofferta a Milano lo mette Eddy Onazi.

 

18-1-2017, Lazio – Genoa, Hoedt

Agli ottavi di Coppa Italia i biancocelesti ospitano il Genoa. Una rasoiata di Wesly Hoedt trafigge tutta la difesa rossoblù e si insacca in rete.

 

E voi ne ricordate altri?

26-9-1999, Parma – Lazio, Almeyda (segnalato via Twitter, da @SimoneMoretti16)

 

Leggi anche:

Lazio imbattuta all’Olimpico a fine ottobre: mai successo prima con Inzaghi

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da Video