Resta in contatto

News

Lazio, parla Caicedo: “Sono rimasto per Inzaghi, deve essere il mio anno!”

La prima pagina del CorSport Roma: "Celtic - Lazio come una finale"

Per la Lazio, la gara di Europa League contro il Rennes è un appuntamento da non fallire: lo sa bene Caicedo, intervenuto in conferenza insieme a Inzaghi

Una gara da dentro o fuori, una sintesi che spiega bene l’importanza per la Lazio della sfida di domani contro il Rennes: la seconda giornata di Europa League è un bivio che chiama i biancocelesti alla vittoria.

Alla vigilia del match dell’Olimpico, Felipe Caicedo – ufficiale ieri il suo rinnovo fino al 2022 – è intervenuto alle 13.30 insieme a mister Inzaghi: leggi tutte le sue dichiarazioni.

Perché hai deciso di rinnovare e che soddisfazione hai?

“Sono ancora qui per il mister, ho parlato con lui e mi ha convinto. Sono qui anche per la società, ma principalmente per lui. Sono molto contento, devo continuare con la testa alla Lazio”.

Ti senti unico come caratteristiche?

“La Lazio funziona bene a prescindere da chi va in campo tra me, Ciro e il Tucu. Ci stiamo trovando bene e dobbiamo continuare così”.

Con chi ti trovi meglio in attacco?

“Sia con Immobile che con Correa, ho un bel rapporto con loro anche fuori dal campo. In base alla squadra avversaria posso magari giocare meglio con uno o con l’altro, ma mi trovo bene con entrambi ed è perfetto così”.

Credi negli obiettivi di questa Lazio?

“Sicuramente, altrimenti non ha senso lavorare ogni giorno. Noi ci crediamo, il mister fa le sue scelte e noi siamo con lui. Domani dobbiamo sistemare la classifica in Europa, in campionato stiamo facendo bene. Ragioniamo partita dopo partita, domani dobbiamo vincere”.

La tua esperienza alla Lazio è una scalata: qual è il tuo obiettivo?

“Il mio obiettivo è aiutare la squadra, farmi trovare sempre pronto. Non è facile arrivare dalla Spagna al calcio italiano, dal secondo anno ho trovato più spazio e questo deve essere il mio anno. Inzaghi mi ha messo in campo quando l’ha ritenuto opportuno, voglio continuare a crescere e quest’anno ho una bella opportunità di proseguire il cammino dello scorso anno”.

Com’è la situazione razzismo in Italia?

“Io sto in una società in cui non ho mai sentito del razzismo, posso parlare di quello che succede a me”.

Ti ritrovi nella definizione di prima punta con qualità però da seconda?

“Sì, il mister ci dà fiducia e libertà in attacco, sia come centravanti che come seconda punta mi trovo benissimo, non ho problemi”.

Nel Rennes gioca titolare il 16enne Camavinga: ti ricordi giocatori così giovani già al suo livello?

“Anche Ansu Fathi al Barcellona sta facendo benissimo. Ma non c’è solo lui, tutto il Rennes ha esperienza e gamba, dobbiamo stare attenti”.

Alla Lazio potresti raggiungere il tuo record di permanenza in un club

“Sono molto contento di essere alla Lazio, non mi aspettavo di rimanere qui così a lungo. Ringrazio il mister, la società e i miei compagni, senza di loro non sarebbe stato possibile”.

Con l’Ecuador è un capitolo chiuso?

“La nazionale è un capitolo chiuso della mia vita, ho dato tutto per loro”.

 

Ehi, qui da leggere c’è anche la conferenza di mister Inzaghi:

Lazio, Inzaghi in conferenza: le parole alla vigilia del Rennes

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande Panterone….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Io solo pe fa rimanè la moje gli avrei fatto 7 anni

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Forza ragazzi mettetecela tutta!!!

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile affonda anche il Sassuolo. Girone d’andata chiuso a quota 13

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News