Resta in contatto

Storie di Polisportiva

Lazio Calcio a 5 femminile, si parte: la stagione inizia con due obiettivi

Lazio Calcio a 5 femminile

La Lazio Calcio a 5 femminile comincia venerdì il campionato di Serie A: il debutto è da brividi, contro le campionesse in carica del Salinis – di Giorgio Bicocchi

Per le Lazio Calcio a 5 femminile, l’appuntamento è alle 20 di venerdì prossimo al PalaGems di via del Bajardo, zona Tor di Quinto. Sul parquet di casa, la rinnovatissima Lazio di Daniele Chilelli (a proposito, il tecnico ha superato a pieni voti il corso di Coverciano della Figc, diventando allenatore di primo livello) sfiderà le campionesse in carica del Salinis.

Cosa insegue la Lazio nel prossimo campionato di A? Il ritorno nel cartellone dei play-off scudetto, lo scorso anno sfuggiti a causa del torneo a intermittenza vissuto dalle biancocelesti. Che, per la stagione alle porte, hanno confermato il capitano Cecilia Barca (che con le minori della Lazio ha vinto scudetti a raffica), il bomber Grieco, la spagnola Beita. E poi il portiere Tirelli, Agnello, Taninha, Vanelli. Aggiungendo a questa parte del roster pure l’ex Pallone d’Oro, ex-Ternana e Sinnai, Vanessa Pereira, funambolo brasiliano che sbarca a Roma – classe ’88 – per stupire ancora.

Lazio Calcio a 5 femminile

Entrare tra le prime otto al termine della stagione regolare, ecco il primo obiettivo. E poi qualificarsi e fare strada – come la passata stagione – pure nella Final Eight di Coppa Italia, trofeo quasi accarezzato, pochi mesi fa, perso solo in finale.

L’esordio contro il Salinis-tricolore è da far tremare i polsi (anche se le pugliesi potrebbero essere distratte dalla Supercoppa in programma mercoledì 25), ma la Lazio – almeno negli auspici della vigilia – non trema, pronta a confezionare una gara tutta cuore e sostanza. Quando incontri squadre così ricche di individualità mai deve venire meno l’intensità e la concentrazione: sarà questo il mantra che accompagnerà le ragazze della Lazio calcio a 5 nel debutto in Serie A. L’ennesimo di una sezione che, da anni, sventola
fiera la bandiera della lazialità.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Storie di Polisportiva