Resta in contatto

Approfondimenti

Serie A, la Sampdoria alla prima come 15 anni fa: quanto è cambiato

La prodezza di Di Canio è tra i gol più belli in Premier League

La Lazio comincerà la Serie A 2019/20 in casa blucerchiata. Proprio come nel 2004, debutto assoluto in campionato per l’era Lotito

– di Alessandro Giovagnoni

Una nuova stagione che inizia, un nuovo cammino che prende forma e qualcos’altro che si chiude. In questi casi si dice che sia un cerchio. Ed è proprio nella composizione del calendario della prossima Serie A, nel nuovo inizio, che il fato ha proposto un ricordo particolare ai biancocelesti.

Prima giornata di campionato: Sampdoria-Lazio. Evento accaduto per cinque volte alla prima giornata, per un bilancio totale di due vittorie a favore dei capitolini, un pareggio e due sconfitte. L’ultima volta accadde il 29 agosto del 2010, ma non è questa la data da ricordare con maggior attenzione.

Quel “debutto” a Marassi

Era il 12 settembre del 2004. La prima Lazio costruita dal presidente Claudio Lotito debuttava nel campionato a Marassi proprio contro la Sampdoria. Prima giornata di Serie A. Quel giorno i biancocelesti riuscirono a portare a casa i tre punti grazie a un rigore trasformato da Paolo Di Canio, ma procurato da Simone Inzaghi.

Quindici anni dopo, l’ex centravanti e attuale tecnico della Lazio tornerà ad affrontare la Samp in trasferta nella prima giornata di campionato. Così come Angelo Peruzzi, attuale club manager biancoceleste, che in quella serata di settembre blindò la porta impedendo ai blucerchiati di trovare la via della rete.

Quindici anni. Dopo aver disputato altre 27 partite con la Sampdoria nella massima categoria e aver conteso e strappato una Coppa Italia ai doriani nel 2009. Da quel 12 settembre 2004, la Lazio è riuscita a portare a casa cinque nuovi trofei, a ottenere una partecipazione ai gironi in Champions League, un doppio turno preliminare nella massima competizione europea e il titolo a gareggiare in sette edizioni di Europa League.

Un lungo viaggio ricco di esperienze che rappresenta, in tutte le sue sfaccettature, la crescita del club laziale. “Questo lo considero l’anno zero“, ha dichiarato lo stesso Inzaghi nell’ultima conferenza stampa. Dalla Sampdoria alla Sampdoria per dare inizio a un nuovo ciclo, a nuove ambizioni.

 

Leggi anche:

Calendario Serie A 2019/20: subito Samp, derby alla 2ª e Napoli all’ultima

 

Hinteregger torna all’Eintracht: ora le visite mediche

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Serie A, la Sampdoria alla prima come 15 anni fa: quanto è cambiato […]

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Speriamo di arrivare molto più avanti in classifica.. però…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ero nella gabbia di Marassi 😀

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Approfondimenti