Resta in contatto

Oltre la Lazio

Mondiale Femminile, tutta l’Italia è innamorata delle Azzurre

Mondiale Femminile, tutta l'Italia è innamorata delle Azzurre

L’esordio delle Azzurre al Mondiale Femminile è stato un successo: sia per la vittoria conquistata contro l’Australia sia per la quantità di tifosi

Il Mondiale Femminile di calcio è iniziato il 7 giugno scorso, ma l’Italia ha esordito ieri alle ore 13 contro l’Australia. Un esordio che non può che essere considerato un successo a tutti gli effetti.

Prima per la doppietta d Bonansea che al 95′ ha regalato una vittoria in rimonta contro l’Australia. Ma anche, e forse bisognerebbe dire soprattutto, per il riscontro positivo ottenuto da parte degli italiani. La Nazionale femminile infatti, ha incollato ben il 23,1% (pari a 3 milioni e mezzo) di spettatori davanti la televisione. Uno share eccezzionale che in pochi probabilmente si aspettavano.

Il calcio femminile in Italia è infatti, un movimento che si sta conquistando il suo – meritato – spazio in questo ultimo periodo. Le Azzurre capitanate dalla triestina Sara Gama, hanno conquistato i Mondiali dopo ben 20 anni di assenza. E oggi, all’indomani della vittoria nella partita di esordio, stanno raccogliendo i frutti del loro lavoro.

Inoltre, aver sconfitto l’Australia suona oggi come una doppia soddisfazione. La Federcalcio australiana infatti, vieta (sebbene non sia scritto ufficialmente) alle calciatrici di giocare nel campionato italiano. A rivelarlo è stata Carolina Morace nel corso del match di ieri pomeriggio e il motivo sembrerebbe essere il basso livello del campionato italiano che lo rende poco allenante per le Matildas.

E a questa bellissima soddisfazione si aggiungono anche tutti i complimenti che da oggi stanno raggiungendo l’Italia femminile. Moltissimi, infatti, dal Presidente del CONI Malagò all’ex ct azzurro Tardelli si dicono orgogliosi della Nazionale femminile.

Leggiamo insieme le loro dichiarazioni.

Queste le parole di Marco Tardelli:

“Stia tranquilla – rivolgendosi alla ct delle Azzurre Milena Bertolini -, non c’è proprio il rischio di carenza d’affetto: erano vent’anni che non andavamo al mondiale con le donne, è chiaro che ieri è scoccata la scintilla.

Tecnicamente qualcosa va ancora migliorato, ma l’importante è la dimostrazione di amore per la maglia che è stata data dalla nazionale contro l’Australia. Tra l’altro è anche una bella rivincita: mi risulta che alle australiane sia proibito venire a giocare nel campionato italiano, considerato poco competitivo e allenante. Visto quello che è successo ieri non mi pare proprio!”

Queste invece, le parole del Presidente del Coni Giovanni Malagò:

“È stato emozionante vedere l’esordio delle nostre azzurre al mondiale, l’Australia è una nazionale di grande livello e vincere così all’esordio è stato importantissimo. Devo dire una bellissima atmosfera, sia prima che durante il match.

Ho chiamato la ct Bertolini per farle i complimenti. Ricordiamo che per noi è anche una squadra olimpica così come l’Under 21. Siamo orgogliosi di queste ragazze per questo bellissimo esordio”.

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da Oltre la Lazio