Resta in contatto

News

Durmisi non molla la Lazio: “Non ho intenzione di cambiare squadra”

Lazio: la posizione di Riza Durmisi e Tiago Casasola

Riza Durmisi parla in patria degli obiettivi per la prossima stagione: la sua intenzione è quella di affermarsi in biancoceleste

Riza Durmisi invia messaggi alla Lazio dalla sua Danimarca. L’esterno biancoceleste è attualmente impegnato nelle qualificazioni a Euro 2020: domani affronterà la Georgia per il quarto turno del Gruppo D.

Dal ritiro della Nazionale, il classe 1994 continua però a parlare delle sue ambizioni a livello di club. Lo aveva fatto la scorsa settimana, oggi riapprofondisce il discorso sempre ai microfoni di Bold.dk:

“Non ho intenzione di cambiare squadra. Quando sono arrivato ho firmato un accordo quinquennale (fino al 2023, ndr), a conferma di quanto credano in me. La Lazio è una grande società e la ripagherò dimostrando tutta la mia disponibilità, nonostante non abbia giocato molto”.

“Il mio momento sta arrivando”

Appena 823 minuti in 19 presenze, di cui solamente due da titolare in Serie A: tra problemi fisici, di ambientamento e di concorrenza (di fronte si è trovato capitan Lulic), la prima stagione italiana di Durmisi non è stata esaltante. Ma l’ex Betis non appare intenzionato a gettare la spugna:

“Non mi aspetto nulla, ma sono abbastanza sicuro che il mio momento stia arrivando. Ho aspettato troppo a lungo, ora tocca a me dimostrare quanto valgo”.

Di sicuro, Riza ha scontato anche il passaggio tra due realtà diverse come la Liga e la Serie A:

“Passare dal calcio spagnolo a quello italiano è stato un bel cambiamento, il secondo è molto più tattico. Ci vuole tempo per abituarti a un campionato, devi attraversare un periodo di ambientamento soprattutto in una squadra così organizzata a livello tattico”.

Alla domanda sulla possibilità di giocare in prestito in un’altra squadra, la risposta del laterale della Lazio è chiara:

“Non penso a un prestito. O combatti o ti trovi un altro sport”.

 

Leggi anche:

Auguri Miro! I cinque gol più importanti di Klose con la Lazio (Video)

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News