Resta in contatto

News

Lazio, Durmisi parla in patria: “Voglio dimostrare di meritare certi livelli”

Calciomercato Lazio, Fenerbahce su Durmisi e Kolarov

Riza Durmisi ha parlato in patria al Bold.dk rispondendo alle critiche arrivategli durante quest’anno. Ecco cosa ha dichiarato.

L’esterno danese della Lazio Riza Durmisi ha parlato in patria rispondendo alle critiche su di lui. Ecco quanto ha dichiarato:

Nella mia carriera ho sempre fatto solo dei passi avanti, potrebbe servire farne uno indietro per ripartire. È chiaro che io sia un terzino offensivo e possa migliorare ancora in difesa. Ma ho giocato in squadre come Bröndby, Betis e Lazio, evidentemente non sono andato così male. Ho ancora tanta fame, voglio dimostrare di meritare questi livelli“.

Il terzino, impegnato con la propria nazionale, vuole riscattarsi e dimostrare il proprio valore.

Si possono prendere in considerazione molti episodi specifici per un difensore. Si dice sempre che se i difensori commettono errori, costa quasi sempre caro. È la parte difficile del mio ruolo. Ora volgio provare a quelli che non credono in me e a me stesso quanto valgo“.

Leggi anche:

Lazio, Repubblica: Wesley prima scelta, Petagna il piano B

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News